Dipartimento di Architettura e Progetto SAPIENZA Università di Roma - Università IUAV di Venezia

30/11/2017

Venerdì, 1° dicembre 2017 alle ore 12.00 si inaugurerà a Venezia, presso la sala Gino Valle dello IUAV, la mostra "INTRAMOENIA. DiAP Progetti" che raccoglierà 10 lavori del Dipartimento di Architettura e Progetto della Sapienza Università di Roma.

Tra i progetti presentati ci sarà uno spazio appositamente dedicato allo studio di prefattibilità del P.R.P. di Chioggia.

Locandina

LA RIFORMA DEI CONTRATTI PUBBLICI

9/11/2016

CORSO DI FORMAZIONE SULLA RIFORMA DEI CONTRATTI PUBBLICI

9-10-11 novembre 2016

Il nuovo Codice degli Appalti previsto dal D. Lgs. 18 aprile 2016 n. 50, aprirà una nuova era nel settore dei contratti pubblici. A questo proposito A.S.PO, Azienda Speciale per il porto di Chioggia, organizza nei giorni del 9, 10 e 11 novembre 2016, un corso di formazione sui contenuti della riforma, in collaborazione con la Camera di Commercio Venezia Rovigo Delta-Lagunare, l’Ordine degli Ingegneri di Venezia e la Fondazione ingegneri veneziani.

Il corso, tenuto da docenti di massimo livello su scala nazionale, si rivolge a direttori, dirigenti e funzionari della PA, impegnati nel settore contratti, appalti, acquisti e affari legali; ai responsabili e/o addetti di uffici Gare/Acquisti e loro collaboratori; ai responsabili dei servizi amministrativi e giuridici di supporto ai servizi tecnici; nonché a imprese, professionisti, società di progetto e studenti universitari.

La partecipazione al corso è particolarmente indicata per Ingegneri ed Avvocati iscritti all’Ordine che necessitano di aggiornamento obbligatorio, essendo stato accordato il riconoscimento di un credito formativo per ogni ora di corso frequentato.

Il percorso formativo si articolerà in tre moduli: il primo, mercoledì 9 novembre sarà tenuto dall’avv. Alfredo Biagini, Avvocato cassazionista esperto in Diritto Comunitario degli Appalti, e verterà sulla genesi del D.Lgs. 18 aprile 2016 n.50, ripercorrendo i processi previsti nel codice.

Il secondo modulo, giovedì 10 novembre, a cura dell’ing. Michele Lapenna - Consigliere tesoriere del Consiglio Nazionale degli Ingegneri, avrà un taglio tecnico ed analizzerà le varie fasi dell’appalto.

In fine, il terzo e ultimo modulo, previsto per venerdì 11 novembre, sarà tenuto dal dott. Marco Catalano, Magistrato della Corte dei Conti, e tratterà il tema della risoluzione delle controversie negli appalti pubblici.

Agli ingegneri e agli avvocati partecipanti verranno riconosciuti un massimo di 18 crediti formativi per la Formazione continua obbligatoria.

Ad chiudere i lavori di questi tre giorni di full immersion, venerdì 11 novembre alle ore 17:30, la prof.ssa Nicoletta Parisi, Consigliere dell’Autorità Nazionale Anticorruzione, terrà una Lectio Magistralis, aperta al pubblico, sulle misure di prevenzione del rischio nel piano anticorruzione. Un’occasione di fondamentale importanza per analizzare nel dettaglio le linee guida e gli atti di indirizzo pubblicati dall’ANAC, così come previsto dall’art. 213 del nuovo Codice degli Appalti. Ai partecipanti di questa prima fase, gratuita, per l’importanza del tema trattato, saranno comunque riconosciuti n. 2 Crediti Formativi Professionali se iscritti all’Ordine degli Ingegneri o Avvocati.

Il corso di formazione, che si terrà presso il Centro Direzionale A.S.PO. Chioggia (via Maestri del Lavoro, 50 Chioggia VE) è a numero chiuso e le iscrizioni dovranno pervenire entro il 4 novembre via e-mail a formazione@aspochioggia.it oppure tramite fax al numero 041 490999.

Il costo dell’intero pacchetto formativo è di € 990,00+IVA, comprensivo di materiale didattico, coffee break, colazione di lavoro e servizio navetta di collegamento fra la Stazione delle Ferrovie dello Stato di Chioggia e il Centro Direzionale A.S.Po.

È possibile partecipare anche a singole giornate, la quota di iscrizione per singolo modulo è di € 400+IVA.

E’ previsto uno sconto del 15% per coloro che si iscriveranno entro il 24 ottobre ed uno sconto del 20% su iscrizioni multiple da parte dello stesso ente.

Per ulteriori informazioni:

ASPO Azienda Speciale per il porto di Chioggia

dott.ssa Anna Allegretta – dott.ssa Maddalena Ferrara

Tel. 041 491199 - Email formazione@aspochioggia.it

NAVE SEA DREAM II CONFERMA LE POTENZIALITA' DI CHIOGGIA NELLO SVILUPPO DELLA CROCIERISTICA

2/8/2016

Puntuale, come era previsto, alle 09.00 di lunedì mattina la Sea Dream II è attraccata al porto di Chioggia.

Per il saluto istituzionale, il Sindaco di Chioggia Alessandro Ferro ed il Presidente di A.S.PO. Gian Michele Gambato, sono stati ricevuti dal Comandante.

E' stata una sosta breve, infatti nel primo pomeriggio la nave è ripartita alla volta di Venezia, ultima tappa di una crociera di lusso che aveva fatto scalo precedentemente in esclusive località italiane come Amalfi, Capri e Taormina.

Passeggeri ed equipaggio per lo più americani, inglesi ed australiani, hanno comunque approfittato per vedere le bellezze della nostra città, grazie anche alla possibilità di un'escursione guidata.

"E' una soddisfazione accogliere oggi questa nave, che dimostra la continuità del progetto di C.T.C. - Chioggia Terminal Crociere ed A.S.PO. La crocieristica è un asset fondamentale per questa città e la Camera di Commercio, socio di maggioranza di C,T.C. e detentrice di A.S.PO.- Azienda Spaciale per il Porto di Chioggia, è determinata a continuare a lavorare insieme all'Amministrazione Comunale, per garantirne la crescita" commenta soddisfatto Giuseppe Fedalto, Presidente della Camera di Commercio di Venezia Rovigo Delta Lagunare ed Amministratore Unico di C.T.C.

"L'arrivo di Sea Dream II è un'ulteriore conferma della preparazione del porto di Chioggia, oltre che nel mercantile, anche nella crocieristica" afferma Gian Michele Gambato "La riforma dei porti, con l'accorpamento di Chioggia a Venezia, darà maggiore potenzialità al porto di Chioggia ma anche una forte continuità al ruolo di A.S.PO. all'interno di questa riforma."



Il porto di Chioggia è pronto ad accogliere la Sea Dream II

20/7/2016

Gli enormi sforzi della Camera di Commercio di Venezia e l'impegno dell'Amministrazione Comunale di Chioggia sono continuati nei mesi invernali per garantire il prosieguo - sempre più reale - del traffico crocieristico a Chioggia.

Infatti, non da ultimo, nel mese di giugno la società Chioggia Terminal Crociere s.r.l. (società partecipata pubblica per il 55% da Camera di Commercio di Venezia Rovigo Delta Lagunare ed il 45% dalla Società Servizi Territoriali S.p.A. del Comuen di Chioggia) ha ultimato, nello scalo di Isola Saloni, la passerella metallica pedonale di collegamento tra l'ex magazzino A.T.O. e la Palazzina Polifunzionale.

Il collegamento, realizzato grazie ad un finanziamento dell'Unione Europea, si è reso necessario per consentire una migliore distribuzione logistica delle attività previste nei due stabili, al fine di un migliore utilizzo finalizzato alla sosta dei passeggeri ed alle operazioni di imbarco/sbarco di carattere amministrativo.

Inoltre, dal punto di vista promozionale, è stato realizzato un "trip planner" ( a cui hanno partecipato partner ed associati delle zone costiere dell'Adriatico) a servizio dei turisti che consente su pc, tablet e smartphone di organizzare percorsi multimodali alla scoperta del territorio. Miglioramento quindi dell'accessibilità e della mobilità dei passeggeri a Chioggia ed in Adriatico.

Siamo pronti ora ad accogliere al meglio la SEA Dream II, nave passeggeri in arrivo a Chioggia il 1° agosto 2016.


20/7/2016

20/7/2016

20/7/2016

20/7/2016
Le due mega gru Siwertell lasciano il porto di Chioggia alla volta di Liverpool

15/4/2016

Le due imponenti costruzioni che da qualche mese ci siamo abituati a vedere nel porto di Chioggia, stanno per salutarci: nei prossimi giorni, infatti, inizieranno le operazioni per il trasferimento verso la Gran Bretagna di questi due giganti del peso di ben 574 tonnellate ciascuna.

Le due mega gru, alte 35 metri e larghe 24, sono state commissionate dalla società svedese Siwertell e realizzate ed assemblate in circa 8 mesi dalla ditta padovana Promo System, che opera con concessione negli spazi portuali di A.S.PO. Azienda Speciale per il Porto di Chioggia della Camera di Commercio di Venezia e Rovigo - Delta Lagunare.

Si tratta di due scaricatori portuali per prodotti alla rinfusa – in particolare pellet e cereali – in grado di raggiungere una capacità di sbarco di circa 1.500 tonnellate all’ora.

Le operazioni per il trasferimento dei due giganti saranno impegnative e richiederanno una settimana di lavoro. Le mega gru infatti verranno imbarcate già assemblate e collaudate e, una volta sbarcate, saranno già pronte all’uso.

Saranno trasportate dagli spazi portuali alla banchina con l’ausilio di un apposito carrello e poi verranno caricate nella nave Happy Dynamic che le condurrà alla destinazione finale: Liverpool.

“E’ stata un’esperienza positiva che ha gettato le basi per una possibile collaborazione duratura: siamo infatti in attesa di ricevere la conferma per la costruzione di altre 4 unità similari, commissionate sempre da Siwertell, ed i buoni risultati conseguiti ci portano ad essere ottimisti” commenta Mauro Marchiori responsabile della ditta Sorima Srl che si occupa della logistica portuale.

Anche il presidente di A.S.PO., Gian Michele Gambato, si dice soddisfatto delle nuove prospettive di sviluppo che questa collaborazione può rappresentare per il Porto di Chioggia, che come già dimostrato anche in altre occasioni negli anni scorsi, conferma di essere preparato ad accogliere commesse di assemblaggi legati all’impiantistica, grazie alla disponibilità di ampi spazi adiacenti alle banchine.

Nave Hedia la strage di Marinai Italiani

22/10/2015

Convegno: "Nave Hedia la strage di marinai Italiani" Inchiesta a cura di Gianni Lanes.

Sabato 24 ottobre ore 15.00 presso la Palazzina Scalo Isola Saloni

locandina

 

Ottobre Blu 2015 Chioggia, tra il Tagliamento e il Po: storia, cultura e impresa

16/10/2015

Scarica il programma 

 

Per informazioni contatta la Segreteria Organizzativa: tel. 041 491199

L'A.S.PO. ospita il Circo di Moira Orfei

Aspochioggia

24/11/2014

L'Azienda Speciale per il Porto di Chioggia nei giorni scorsi ha ospitato nelle proprie aree il Circo di Moira Orfei.

 

 

Momento dello scambio crest tra A.S.PO. e Circo ORFEI

 

Anche in questo modo riteniamo che il porto possa affiancarsi ed arrichhire la città, offrendo la possibilità di emozionarsi con la "magia" circense.

PROGETTO SAFEPORT - Chioggia: sintesi dei risultati di progetto

Aspochioggia

11/11/2014

Il Progetto SAFEPORT è un'iniziativa finanziata nell’ambito del Programma per la cooperazione transfrontaliera Italia-Slovenia 2007-2013 all’interno della priorità­:

 

“Ambiente, trasporti e integrazione territoriale sostenibile”,

 

finalizzata al rafforzamento e alla tutela dell’ambiente contro i rischi naturali e tecnologici.

 

SAFEPORT promuove e applica, per la prima volta, una logica di sistema tra i porti dell'Alto Adriatico per individuare procedure e linee guida condivise in materia di sicurezza e sostenibilità ambientale, fattori chiave per la competitività del settore portuale.

 

Il progetto nasce infatti per perseguire standard comuni maggiormente rispondenti alle crescenti esigenze di tutela dei lavoratori e dell'ambiente. Attraverso strategie e azioni congiunte, rivolte alla prevenzione e riduzione dei rischi ambientali e industriali, il progetto interviene nelle aree portuali a favore di:

  • una più efficiente gestione delle emergenze e degli incidenti sul lavoro;
  • un contenimento dell'inquinamento atmosferico e marino.

 

I partner

SAFEPORT, per la prima volta, ha coinvolto tutti i porti dell’Alto Adriatico, supportati dall’Università del Litorale di Capodistria, sui temi della sicurezza e della tutela dell’ambiente in ambito portuale, promuovendo una rete permanente di carattere transfrontaliero volta a migliorare le metodologie di lavoro per i suddetti temi, individuati come priorità comuni.

 

I Porti partecipanti al partenariato:

  • Trieste – Autorità Portuale;
  • Monfalcone – Azienda Speciale per il Porto;
  • Nogaro – Consorzio Aussa-Corno;
  • Koper – Luka Koper;
  • Venezia – Autorità Portuale;
  • Chioggia – Azienda speciale per il Porto;
  • Ravenna – Autorità Portuale.

Partener del progetto inoltre l’Università del Litorale sloveno.

 

 

Di seguito in sintesi i focus del progetto:

 

Sicurezza - Prevenzione e gestione dei rischi industriali

 

a)    Gestione dell’emergenza.

Le “Linee Guida per la gestione delle emergenze in ambito portuale” messe a punto da SAFEPORT forniscono ai Porti un quadro di riferimento metodologico omogeneo per l’elaborazione dei singoli Piani di Emergenza sui rischi d’incidente rilevante, al fine di coordinare e armonizzare le procedure in adozione nei singoli sedimi portuali.

 

 b)   Infortuni sul lavoro.

SAFEPORT pone a confronto le strategie messe in atto per prevenire gli infortuni sul posto di lavoro, oltre a comparare le normative adottate da ciascuno dei porti coinvolti. L’analisi dei dati infortunistici, condotta dai Porti con criteri di codifica condivisi e uniformi, ha individuato gli infortuni più ricorrenti nelle aree portuali dell’Alto Adriatico, permettendo la definizione di idonee misure preventive da diffondere tra gli operatori portuali.

 

c)     Movimentazione di merci pericolose.

Per la sicurezza, l’efficienza e la competitività dei porti è essenziale prevenire e mitigare i rischi derivanti dalla movimentazione e stazionamento di merci pericolose. SAFEPORT propone un modello condiviso di monitoraggio, basato su un sistema di gestione e controllo informatizzato, rivolto a definire criteri di intervento e mitigazione in caso di incidente.

 

Tutela dell’ambiente

 

a)    Emissioni in ambito portuale.

SAFEPORT sviluppa il “Box Alto Adriatico”, un modello di analisi delle dinamiche dell'atmosfera in prossimità dei porti. Esso contiene metodologie e strumenti innovativi per:

    • mappare la diffusione dei principali gas inquinanti e polveri sottili a partire dai principali punti di emissione in area portuale;
    • definire una policy ambientale comune per mitigare l’impatto delle attività portuali al fine di migliorare la qualità della vita dei lavoratori portuali e dei cittadini.

b)    Sversamento in mare di inquinante.

SAFEPORT propone misure comuni e migliori pratiche per la riduzione dei rischi di inquinamento del mare e delle zone costiere attraverso:

    • lo studio degli effetti di sostanze inquinanti in mare e per la determinazione di modalità di disinquinamento appropriate;
    • la proposta di procedure e approntamenti tecnici per la mitigazione degli effetti dello sversamento in mare da banchina.

 

I risultati conseguiti dal progetto sono visibili somma rimanete nel svideo allegato, mentre per ogni approfondimento si rimanda al sito internet di progetto: www.safeportproject.eu.

 

Progetto finanziato nell'ambito del Programma per la Cooperazione Transfrontaliera Italia-Slovenia 2007-2013, dal Fondo europeo di sviluppo regionale e dai fondi nazionali.

 

Cambio al vertice - il Com.te Vicini lascia al Com.te Cardarello

aspochioggia

13/10/2014

Il 10 ottobre 2014, il Capitano di Fregata (CP) Alberto VICINI ha lasciato il comando della locale Capitaneria di Porto di Chioggia al Capitano di Fregata (CP) Luca CARDARELLO proveniente dalla Capitaneria di Porto di Roma (Fiumicino).

 

 

La suggestiva cerimonia, svoltasi come di consueto nella piazzetta Marinai d’Italia ai piedi dell’imponente Ponte Vigo, antistante l’ingresso principale della sede, è stata presieduta dal Direttore Marittimo del Veneto, Contrammiraglio (CP) Tiberio Piattelli, alla presenza di importanti autorità civili ed ecclesiastiche di Chioggia, delle province di Venezia e di Rovigo, delle associazioni d’arma e delle rappresentanze del settore economico-marittimo.

 

 

L’Azienda Speciale per il Porto di Chioggia, ringrazia quindi il Comandante Alberto Vicini, che ora presterà servizio presso lo Stato Maggiore Marina a Roma, per il suo operato, ed al nuovo Comandante Luca Cardarello rinnova la massima collaborazione affinché si continui nel prestigioso rapporto di dinamica sinergia ed operoso partenariato che lega le due Amministrazioni, come apertamente e positivamente sottolineato dallo stesso Amm. Piattelli nel corso del suo discorso durante la cerimonia, a favore dello sviluppo dello scalo portuale clodiense nonché di tutte le attività a favore della marineria da esso derivanti.

L’A.S.Po. formula quindi, alla marinara maniera, a nome del proprio Presidente Giuseppe Fedalto, unitamente a tutto il suo equipaggio, gli auguri di “Vento in poppa” al Comandante Cardarello per la nuova rotta intrapresa...

Cambio al vertice del Gruppo Ormeggiatori

Gruppo Ormeggiatori

20/9/2014

Si è recentemente svolto il passaggio di consegne al vertice del Gruppo Ormeggiatori del porto di Chioggia tra Diego Marchesan che è subentrato ad Antonio Raule, come notificando dal relativo decreto di designazione, emanato dalla locale Capitaneria di Porto di Chioggia in data 7 luglio 2014, che nomina inoltre, Sebastiano Sambo quale Vicecapo del Gruppo.

 

 

Diego Marchesan, membro del Gruppo dal 1997, è nato a Chioggia il 26 dicembre 1969 e dopo aver conseguito il diploma nautico di coperta, spinto dalla sua innata passione per il mare e le attività marinaresche, ha iniziato la sua carriera operativa nel lontano 1993, in veste di pilotino nel porto di Chioggia, “gavetta” che gli ha permesso di acquisire un’indiscussa professionalità e perizia tecnico-nautica che oggi ne contraddistingue e caratterizza l’operato suo personale e di tutto il Gruppo.

 

Il Gruppo Ormeggiatori del Porto di Chioggia si compone di un organico di 4 esperti e qualificati ormeggiatori e dispone di 3 idonei mezzi nautici per assicurare, per quanto di propria competenza, l'operatività portuale.

 

Il servizio di ormeggio del porto costituisce infatti, insieme ai servizi di rimorchio e pilotaggio, è uno dei servizi tecnici primari ed indispensabili per ogni tipo di nave in arrivo nel porto. Assolutamente essenziale non conosce orari o pausa lavorativa e deve essere sempre assicurato in qualsiasi stagione ed in ogni condizione climatica, ma soprattutto deve essere svolto con perizia e massima competenza,  così da poter assicurare un sicuro attracco ai diversi tipi di nave.

 

 

L’Azienda Speciale per il Porto di Chioggia augura dunque “Vento in poppa” a Diego Marchesan per il suo nuovo incarico, e rinnova a tutti gli operatori del Gruppo, del servizio di rimorchio, di pilotaggio, così come all’intera portualità clodiense, i complimenti per la professionalità sempre manifestata in ogni attività.

Il porto di Chioggia ospita la prima nave da crociera

Aspochioggia

23/9/2014

Mentre le operazioni di sbarco all’Isola Saloni volgevano al termine, nella sede di A.S.PO. Chioggia in Val da Rio, ha avuto luogo la conferenza stampa, alla presenza del Sindaco dott. Casson, del Vicesindaco dott. Salvagno - in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale (che detiene il 45% di C.T.C. s.r.l.) – dell’Amministratore Unico di C.T.C. Sig. Molin, del dott. Crosta e del com.te Nalesso, rispettivamente Direttore e Consigliere Delegato di A.S.PO., dei Comandanti Romano e Morello Piloti del Porto di Chioggia e del dott. Grillo in rappresentanza dell’agenzia marittima Hugo Trumpy di Genova, che come nel 2012 ha permesso l’arrivo a Chioggia della FT Berlin, oggi ha consentito il transito della  Thomson Majesty.

 

 

 

All’introduzione di Crosta, che ha sottolineato gli enormi sforzi di A.S.PO. Chioggia, della Camera di  Commercio di Venezia (titolare del restante 55% di C.T.C. s.r.l.) dell’Amministrazione Comunale  e dell’intero entourage del progetto, è seguito l’intervento di Molin, che ha voluto ribadire, al pari delle altre personalità intervenute, come l’arrivo a Chioggia di questa importante nave non voglia in alcun modo porre la nostra Città in antitesi a Venezia, ma altresì lavorare sinergicamente, per continuare a garantire la migliore “navigazione” possibile nella Laguna Veneta.

 

A seguire, l’intervento del Sindaco Casson, che ha confermato il già concreto impegno politico dell’Amministrazione Comunale qui come, soprattutto, a Roma, al fine di ottenere l’annoso assenso per procedere all’approfondimento dei fondali, che consentirebbe di giungere all’agognata quota di –11 metri, fondamentale per il proseguimento del progetto di arrivo delle cosiddette grandi navi nello scalo clodiense.

 

“Illuminanti” le parole di Grillo che, oltre a ripercorrere le tappe di avvicinamento a questo risultato - dallo scalo della Lorion nel 2007 all’arrivo della FTI Berlin nel 2012 - ha voluto soffermarsi con l’enfasi che lo caratterizza, sulle spiacevolezze che troppo spesso, sia la lentezza  della burocrazia sia l’incomprensibilità della legislazione e tra le autorità competenti, “regalano”  in processi di simile impegno ed importanza, arrivando addirittura a vanificare sforzi di mesi a poche ore dal traguardo finale.

 

 

 

Traguardo finale: ancora una volta si è parlato all’unisono, che il transito della Majesty non è un punto di arrivo ma di partenza verso un futuro di sfide che, se ben giocate, consentiranno il mantenimento del traffico crocieristico nella gronda lagunare, nell’interesse regionale e nazionale.

 

L’auspicio un po’ di tutti (più una previsione concreta) è che prossimamente C.T.C.  sia aperta ai privati, in modo da poter concretamente restare con forza nel mercato crocieristico.

 

 

 

Ciò che resta di questa giornata da ricordare è un fronte compatto di tutti i soggetti interessati, una inequivocabile voce: “Chioggia ha fatto centro, ma la partita è ancora lunga. Il vantaggio deve essere difeso strenuamente da tutta la squadra, remando tutti nella stessa direzione e cercando di segnare ancora”.

Ad Maiora !

 

 

 

RAI TG3 Regione Veneto edizione delle 14:00 (minuto 12:49)

 

RAI TG3 Regione Veneto edizione delle 19:30 (minuto 15:03)

A.S.PO. partner della Marina Militare al Rimini Meeting 2014

Marina Militare

25/8/2014

La “Blu” Forza Armata è presente dal 24 al 30 agosto a Rimini nel polo fieristico della località litoranea dell'Adriatico presso padiglioni A1.04 e C7 con uno stand istituzionale (in cui è a disposizione materiale informativo illustrato dal personale M.M. e un simulatore di plancia della nuova fregata multiruolo Bergamini), con il Centro Mobile Informativo ed, a completare il quadro, con un punto d'addestramento speciale: una parete di arrampicata in cui i militari del Gruppo Operativo Incursori mostrano, e fanno provare, alcune tecniche addestrative professionali di questo reparto d'élite della Forza Armata.

 

 

La partecipazione della Marina Miliare al Meeting di Rimini rappresenta la concreta testimonianza dell’importante sinergia instaurata in questi anni tra l’Azienda Speciale per il Porto di Chioggia e la stessa Forza Armata, grazie anche all’evento OTTOBRE Blu: naturale palcoscenico marittimo su cui si basa l’obiettivo istituzionale portuale di A.S.PO. e di tutte le istituzioni coinvolte, che ha permesso alla città di Chioggia di divenire un importante caposaldo per l’attività, promozionale e non, della Marina Militare in Alto Adriatico.

 

 

 

“… la partecipazione al Meeting è il risultato della capacità di 'fare sistema', che ha portato a stringere un'importante sinergia con partner istituzionali (come A.S.PO. - Chioggia) … per la partecipazione a questo appuntamento, snodo e crocevia di alcune importanti realtà economiche, sociali e imprenditoriali italiane… “

 

Clicca per accedere alla mappa interattiva dell'evento: Mappa interattiva

Clicca per accedere al programma completo dell'evento: Programma

Clicca per vedere lo streaming video degli interventi: Streaming video

Visita del Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto-Guardia Costiera all’A.S.PO.

aspochioggia

18/6/2014

Si è tenuta ieri presso gli uffici dell’Azienda Speciale per il Porto di Chioggia un incontro con l’Ammiraglio Ispettore Capo (CP) Felicio ANGRISANO, Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera, accompagnato per l’occasione dal Direttore Marittimo di Venezia, Contrammiraglio (CP) Tiberio PIATTELLI e dal Capitano di Fregata (CP) Alberto VICINI, Comandante della locale Capitaneria.

 

All’arrivo in sede della delegazione, il Presidente di A.S.PO. e della C.C.I.A.A. di Venezia, Giuseppe Fedalto, ha reso personalmente gli onori di casa all’Ammiraglio ringraziandolo dell’eccezionalità della visita e dell’attenzione sempre rivolta al porto di Chioggia.

 

Presenti all’incontro il dott. Roberto Crosta, Direttore Generale di A.S.PO., l’Avv. Giuseppe Casson, Sindaco di Chioggia, e l’Avv. Luciano Canepa, tra i più noti marittimisti italiani nonché ex presidente dell’Autorità Portuale di Ancona.

 

Dopo l’iniziale scambio di saluti e una presentazione da parte del Consigliere Delegato Oscar Nalesso dei programmi futuri per Chioggia, l’Ammiraglio ha ringraziato vivamente dell’accoglienza riservatagli evidenziando come “…è importante e fondamentale che l’utenza che ci coinvolga nei piccoli e grandi progetti… il porto deve rappresentare quel bene comune grazie al quale il privato ed il pubblico uniscono le proprie sinergie per un successo unico ed unidirezionale, nell’interesse collettivo…”; lo stesso ha voluto inoltre analizzare l’attuale situazione: “…dal mio punto di vista il futuro della portualità italiana dovrà basarsi su distretti portuali che uniscano, in una necessaria ed imprescindibile complementarietà, un porto importante ad uno o più porti satelliti: Venezia e Chioggia rappresentano in pieno tale ipotesi…”

 

Il presidente Fedalto e il sindaco Casson hanno quindi chiesto al Comandante Generale un sostegno per lo sviluppo della realtà portuale e croceristica nella laguna veneta e a Chioggia.

 

La società C.T.C. - Chioggia Terminal Crociere srl è e sarà la testimonianza di volontà per una collaborazione e complementarietà con Venezia.

 

La visita dell’Ammiraglio ANGRISANO – parole rivolte dal dott. Roberto Crosta – ci ha spronato a continuare sulla strada intrapresa da decenni circa il potenziamento di Val da Rio e nella vocazione naturale di destinazione dell’Isola Saloni al traffico passeggeri”.

“Progetto MOSE” Opere alla bocche di porto di Chioggia

aspochioggia

25/8/2014

 

Nell’ambito delle opere relative alla realizzazione del progetto MOSE, stante le prossime previste attività di trasporto ed installazione dei cassoni di barriera (1ª e 2ª fase) nello specchio acqueo compreso tra le dighe del Porto di Chioggia,  per opportuna e doverosa informazione alla portualità clodiense, si avvisa che nel periodo compreso tra il 06 giugno 2014 e il 07 settembre 2014, esclusivamente per 8 previste “giornate operative” (con periodi minimi di 48 ore), la navigabilità e l’accesso/uscita del canale d’ingresso sarà oggetto di chiusure totale.

Di seguito si riportano le date di prevista “chiusura totale” come da ordinanza nr. 41/2014  e successiva lettera di pianificazione emessa in data odierna dalla locale Capitaneria di Porto unitamente a copia della locandina informativa emessa dal comune di Chioggia e dal Magistrato alle Acque di Venezia:

Il porto di Chioggia augura “Vento in poppa” alla M/V Wedellsborg

aspochioggia

27/5/2014

Il 15 aprile 2013 un articolo della Ship2Shore intitolava “Da Nordana un nuovo ordine per i cantieri Visentini. Commissionato un nuovo ro-ro multipurpose “green” per le rotte Mediterraneo-America in consegna a maggio 2014”… ed in linea con la precisione e la puntualità operativa che ne contraddistingue l’operato nel mondo, i Cantieri Navali Visentini di Porto Viro hanno rispettato tale scadenza, varando la nave più parsimoniosa e rispettosa dell’ambiente al mondo.

 

 

Prima tappa significativa è stata compiuta lo scorso 8 maggio dove, alla presenza dell’Assessore alle politiche della mobilità del Veneto, la nave Ro-Ro “multipurpose” Wedellsborg ha preso il mare mollando dalle banchine del Cantiere di Porto Viro in direzione Chioggia dove ha effettuato, con esito positivo, tutta la prevista fase sperimentale, prima di essere immessa in servizio andando ad incrementare di circa 35% il tonnellaggio complessivo utilizzato nel servizio dalla Nordana.

 

 

Questa nave è un gioiello del Nord Est e testimonia anche la capacità della nostra imprenditorialità e della nostra economia – parole queste che l’Assessore Chisso ha rivolto al in tale occasione – quasi suggellando la fine della crisi che ha attanagliato e che ancora stringe l’economia regionale. Complimenti ai progettisti, ai tecnici, alle maestranze che hanno lavorato per mesi per dare vita a questa meraviglia, alla Nordana che ha creduto e crede nel nostro lavoro e nella nostra imprenditoria”.

 

Si è invece svolta ieri presso le banchine dell’Isola Saloni a Chioggia la “consegna ufficiale al mare” - nota anche come varo – alla presenza di un centinaio di prestigiosi ospiti locali nonché dei rappresentanti della stessa Nordana.

 

La cerimonia è stata aperta dall’iniziale discorso di ringraziamento che il dott. Carlo Visentini ha voluto rivolgere a tutti i presenti a nome di tutta l’Azienda da lui rappresentata, lasciando poi la parola a Don Mario Pinton, parroco della parrocchia di Borgo San Giovanni in Chioggia, che ha ordinato la Santa benedizione all’unità.  Il battesimo al mare si è infine concluso con il rituale taglio del nastro da parte della madrina, la sig.ra Rebecca Wedellsborg, moglie di Mr. Wedellsborg, proprietario di Nordana, che ha dato il via alla consueta e “propizia” rottura della bottiglia sullo scafo dell’unità, come vuole la tradizione.

 

 

La Wedellsborg è lunga 178,8 metri, larga 26,2, dispone di 3 hangar cui si accede dal gigantesco portellone di poppa della capacità di 200 tonnellate, è dotata di due gru di bordo fino a 40 tonnellate, ha una portata lorda di 11.370 tonnellate e porterà a navigare ad una velocità di oltre 20 nodi grazie alla potente spinta mossa da motori realizzati dalla tedesca Man con una potenza complessiva di 10.080KW. Grazie alla particolare forma di carena e alle innovazioni apportate alle eliche, risparmierà dal 20 al 30 % di carburante rispetto a navi di stazza analoga, nonché garantirà una riduzione al minimo le emissioni di ossidi di azoto, biossido di carbonio e ossidi di zolfo.

 

 

 “Il varo di una nuova nave rappresenta sempre un momento molto importante – questo il commento che il Consigliere Delegato Com.te Oscar Nalesso ha voluto esprimere al termine della cerimonia - che da profonda speranza allo sviluppo futuro del traffico commerciale navale, specie in questo momento di grossa difficoltà economica, siamo dunque onorati di aver partecipato contribuendo nel nostro piccolo affinché tutto avvenisse nel migliore dei modi, quindi non ci resta che formulare i più sinceri auguri di Vento in poppa!!

 

"Benvenuta" Chioggia Terminal Crociere

aspochioggia

5/5/2014

Ieri 05 maggio 2014 è stata ufficialmente costituita la società “C.T.C. - Chioggia Terminal Crociere srl” che, attraverso il suo Amministratore Unico dott. Giuseppe Molin, grazie al capitale investito darà il via alla fase di richieste atte ad ottenere tutte le concessioni necessarie per la gestione del futuro scalo passeggeri.

 

 

Questo importante atto, dopo la conferenza stampa tenutasi lo scorso 29 marzo presso la Sala Consiliare del Comune di Chioggia, rappresenta l’elemento fondamentale frutto di un intenso ed operoso lavoro di oltre un decennio dell’Azienda Speciale per il Porto di Chioggia: tramite C.T.C. Chioggia potrà creare nuove economie ed occupazione, anche nell’ambito del mondo del traffico passeggeri. Obiettivo molto importante che la nascente società si è preposta è dare un'opportunitàal potenziamento del traffico crocieristico lagunare nonchè una soluzione anche dei noti problemi ambientali, idraulici, ecologici, occupazionali e turistici, criticità che ormai stanno soffocando Venezia, vedasi l’improcrastinabile ricerca di una soluzione al transito delle grandi navi nel bacino San Marco.

 

 

Chioggia può offrire un’opportunità unica per la risoluzione di tale problema.

A tal proposito dunque il Comune di Chioggia e la Camera di Commercio di Venezia hanno voluto costituire la società “Chioggia Terminal Crociere”, a testimonianza del costante impegno per la città ed il suo porto, che si propone quale nuovo complementare approdo logistico crocieristico della Laguna, attraverso un progetto pianificato con una convenzione di scopo tra C.T.C. e V.T.P. - Venezia Terminal Passeggeri.

Non resta dunque che formulare i più marinari auguri di “Vento in poppa” alla costituita C.T.C.!! 

ASPO consegna gli attestati di benemerenza dell'edizione 2013

aspochioggia

5/4/2014

Sabato 5 aprile alle ore 11 presso la sala multimediale della sede dell’Azienda Speciale per il Porto di Chioggia, il Capitano Oscar Nalesso, Consigliere Delegato dell’Azienda nonché Presidente del Comitato Organizzatore di Ottobre Blu, alla presenza del Contrammiraglio (CP) Tiberio Piattelli, Direttore Marittimo di Venezia, del Capitano di Vascello Enrico Sancilio, Comandante del Comando Autonomo Marittimi della Capitale e di tutti le Autorità locali civili e militari, ha riunito tutti i sostenitori/collaboratori della manifestazione che hanno contribuito al successo dell’edizione 2013.

 

 

All’iniziale saluto è conseguita la proiezione del video riassuntivo appositamente realizzato: circa venti minuti di filmato che hanno speditamente raccontato quanto di importante e rilevante è stato realizzato, grazie soprattutto alla concreta collaborazione di tutti i presenti e non, che sostengono questa manifestazione, ormai qualificata a livello nazionale nel palcoscenico degli eventi legati al mare.

 

 

 

Il simbolico “Attestato di Benemerenza Ottobre Blu”, consegnato a similitudine degli anni precedenti, anche per l’edizione 2013, ha rappresentato di fatto l’occasione per esprimere ufficialmente quel ringraziamento doveroso, che l’A.S.Po. ha voluto rivolgere nei confronti di coloro i quali si sono adoperati in prima persona per la riuscita dell’evento.

 

 

Circa sessanta i diplomi consegnati ai presenti in sala suddivisi per le diverse categorie che a vario titolo hanno offerto la loro collaborazione in qualità sia di FF.AA., di Amministrazioni, di Enti, di Associazioni, di Società o più semplicemente di singoli cittadini, spinti comunque tutti dalla stessa voglia di promuovere, attraverso OTTOBRE Blu, l’enorme potenzialità che la città e lo scalo portuale clodiense, sa e può offrire.

   

Significativo inoltre, è stato il momento dell’omaggio, a titolo di sponsorizzazione, di un macchinario sanitario appositamente acquistato a favore degli atleti del Centro Sportivo della Marina Militare di Roma; tramite la “simbolica” consegna al Comandante Sancilio, grazie al ricavato delle serate di Beneficienza delle precedenti edizioni di OTTOBRE Blu, si è potuto infatti acquistare ed assegnare un defibrillatore automatico, strumento indispensabile per la preparazione e l’allenamento della compagine pluricampione che fa parte del Centro M.M..    

 

Dopo le conclusioni di rito, riservate per l’occasione al dott. Gabriele Esposito Alaia, Capo dell’Ufficio delle Dogane di Venezia - Sezione Operativa Territoriale di Chioggia, il Com.te Nalesso ha voluto cogliere l’occasione per lanciare un “arrivederci” al prossimo ottobre, annunciando al pubblico la tematica dell’edizione 2014:  “Donne da Mare”.

 

Qui tutte le foto ed il video dell'evento

Chioggia...nuovo Terminal Crociere

aspochioggia

29/3/2014

Avete visto in sei minuti, ciò che è stato realizzato da A.S.PO. in decenni di lavoro…” queste le parole con cui il Comandante Oscar Nalesso, Consigliere Delegato dell’Azienda Speciale per il Porto di Chioggia, ha aperto la conferenza stampa tenutasi lo scorso 29 marzo presso la Sala Consigliare del Comune di Chioggia.

 

Dopo la visione di un breve video di circa sei minuti appositamente realizzato dall’A.S.PO. quale cronostoria dell’evoluzione e dei mutamenti avvenuti in questi decenni relativamente alla portualità clodiense attraverso lo spostamento della quasi totalità del traffico presso Val da Rio e la volontà di riqualificazione di Isola Saloni al traffico pax.

 

Al riaccendersi delle luci, il comandante Nalesso ha salutato tutti cedendo la parola all’Avv. Giuseppe Casson, Sindaco di Chioggia, che, elegantemente, a sua volta ha girato la parola A Giuseppe Fedalto, Presidente di A.S.PO. e C.C.I.A.A. di Venezia. Dopo l’iniziale saluto e ringraziamento rivolto a tutte le Autorità presenti e non, lo stesso ha manifestato la volontà di accelerare i tempi affinché, a stretto giro di tempo, si possa finalmente arrivare ad ospitare nelle banchine di Isola Saloni le unità da crociera. La recente nascita di “Chioggia Terminal Crociere Srl” ne è la dimostrazione, rappresenta quella volontà di collaborazione, e non di guerra, con Venezia per la realizzazione di un’importante realtà crocieristica lagunare, basata sull’interscambiabilità e complementare interattività tra le due città.

 

 

 

Che il momento sia quello giusto per partire ufficialmente lo si è percepito anche grazie alle incoraggianti parole di adesione e compartecipazione rivolte dagli Assessori Regionali Lucio Tiozzo e Carlo Alberto Tesserin, così come la positiva risposta di tutte le Associazioni di categoria cittadine presenti che attraverso la parola dei loro rappresentati si sono mostrati pronti e bramosi di iniziare questa nuova ed importante sfida a sostegno dell’economia clodiense, concorrendo personalmente all’interno della stessa Chioggia Terminal Crociere S.r.l., nella fase in cui la stessa verrà aperta a partecipazioni esterne.

 

 

 

Ci sono le richieste degli Armatori del mercato crocieristico internazionale di Miami, ci sono le strutture e la volontà operativa di chi ne è preposto al funzionamento, sia a livello privatizio che di Pubblica Amministrazione, non resta dunque che “remare tutti nella stessa direzione” affinché vengano accelerate le tempistiche per la riqualificazione di Isola Saloni a scalo pax per la città di Chioggia attraverso una variante all’attuale piano regolatore portuale.

 

 

 

A tal proposito, il prossimo luglio, a seguito dell’accordo sottoscritto con l’Amministrazione Comunale, in collaborazione con l’Università Sapienza di Roma, sarà presentata la “Valutazione di fattibilità al Piano Regolatore Portuale”, strumento indispensabile per concretizzare dunque questa opportunità, unica per Chioggia e la Laguna Veneta.

Il Porto di Chioggia si propone per le crociere

Aspochioggia

27/2/2014

Nell’ottica di sviluppo del traffico crocieristico, che l’Azienda Speciale per il Porto di Chioggia sta da anni promuovendo per quanto concerne il vecchio scalo di Isola dei Saloni, anche attraverso accordi di programma condivisi con la Capitaneria di Porto di Chioggia e l’Amministrazione comunale, divenuti premonitori di una nuova destinazione dello scalo a funzioni crocieristiche, un altro grande passo in avanti è stato fatto il 25 febbraio u.s.

Una delegazione della società “Thomson Cruises”, accompagnata per l’occasione da dott. Eugenio Kielland ed il dott. Giorgio Grillo, rispettivamente Amministratore Delegato e dall’Operation Manager della storica Agenzia Marittima Hugo Trumpy di Genova - già promotrice nel 2012 di alcuni scali della FTI BERLIN proprio a Chioggia - è stata ricevuta dal Com.te Oscar Nalesso, Consigliere Delegato di A.S.Po, al fine di promuovere lo scalo di Chioggia quale idoneo e efficiente scalo marittimo per le navi pax.

All’incontro, tenutosi presso l’elegante “Sala Vespucci” della sede in Val da Rio, hanno preso parte inoltre, in qualità di esponenti e competenti operativi in loco, il dott. Maurizio Salvagno, Vicesindaco e Assessore alle Attività Produttive della Città di Chioggia, il dott. Gabriele Esposito Alaia, Responsabile dell’ Agenzia delle Dogane di Venezia S.O.T. di Chioggia, il Sovraintendente Sguarnieri, referente Commissariato P.S. di Chioggia – Ufficio Polizia di Frontiera, il Comandante Romano ed il Comandante Morello della Corporazione piloti del Porto di Chioggia e Porto Levante, nonché il Sig. Aldo Angelini, rappresentante Hugo Trumpy a Chioggia e il dott. Scarpa, rappresentante della Raffaello Navigazione di Chioggia.

Spirito vincente e principale volano di questa iniziativa promozionale, che ha  positivamente colpito i rappresentanti della Delegazione, è stata la visione operativa sul campo: infatti dopo una breve presentazione delle enormi potenzialità dello scalo derivanti dalla sua naturale vicinanza al centro città e alle bocche di porto, gli ospiti hanno potuto recarsi presso le nuove ed accoglienti strutture, site all’Isola dei Saloni, per testarne con mano l’efficienza logistica nonché un’ineguagliabile polivalenza operativa delle stesse.

Il positivo stupore unito al plauso meritorio espresso dalla delegazione al temine della visita ha rappresentato la concreta e tangibile possibilità, di elevare il porto di Chioggia a livello nazionale ed internazionale per quanto concerne il traffico crocieristico, con la voglia da sempre manifestata di proporsi  quale nuovo ed importante punto di riferimento nel Mediterraneo ed in particolar modo nell’alto Adriatico.

Il Porto di Chioggia incontra la Turchia

Aspochioggia

13/12/2013

Il Ministero dello Sviluppo Economico in collaborazione con l’Alleanza delle Cooperative italiane ha organizzato delle visite nei porti del Nord Adriatico con un qualificata rappresentanza di operatori portuali turchi.

Nel pomeriggio di ieri la Delegazione turca è stata ricevuta dal Capitano Oscar Nalesso, Consigliere Delegato dell’Azienda Speciale per il Porto di Chioggia, il quale ha illustrato nel dettaglio tutte le potenzialità logistico-operativo dello scalo clodiense, frutto di un continuo sviluppo ed evoluzione delle infrastrutture, delle banchine, dei magazzini e dei piazzali, che l’ASPo è riuscita a compiere nel corso del suo trentennale operato.

Erano inoltre presenti all’incontro il dott. Marco Bullo, Presidente dell’Impresa portuale IMPREPORT che insieme al dott. Alfredo Calascibetta, titolare dell’Agenzia Marittima Boriani nonché Presidente del Comitato Rilancio del Porto di Chioggia, hanno illustrato dettagliatamente gli aspetti legati all’operatività del porto.

Le conclusioni sono state infine riservate al dott. Gabriele Esposito Alaia, Responsabile dell’ Agenzia delle Dogane di Venezia S.O.T. di Chioggia, anche lui presente all’incontro, il quale, dopo un breve excursus sulle tecnologicamente avanzate procedure dogali che contraddistinguono la realtà di Chioggia, ha messo in luce l’efficiente rapporto doganale attualmente in essere tra Chioggia e i porti turchi.

Il rappresentante della Delegazione è rimasto positivamente colpito, in primis dall’accoglienza riservata presso la sede dell’ASPo, nonché dall’efficienza e dall’operatività del Porto di Chioggia, considerando l’incontro come base per il compimento di eventuali nuovi futuri collegamenti tra le due realtà.

Chioggia ha dimostrato ancora una volta la propria prontezza operativa in Adriatico proponendosi per un incremento di ulteriori scambi commerciali tra i due paesi che già rappresenta una parte molto consistente nel panorama dei traffici da e per il porto di Val da Rio con oltre  il 25% di unità battenti bandiera turca.

   

 

 

Ristrutturazione e razionalizzazione dell’impianto di climatizzazione

26/11/2013

Nella Sezione "Bandi e Gare" della Scrivente Azienda Speciale è stata pubblicata in data odierna la procedura per l'aggiudicazione dei lavori di “Ristrutturazione e razionalizzazione dell’impianto di climatizzazione dell’ala ovest della palazzina Centro direzionale servizi portuali, in località Val da Rio – Chioggia (VE).

Si invitano tutti gli interessati a visionare la documentazione inerente la procedura di cui sopra.

Pubblicazione offerta di sponsorizzazione/collaborazione

ASPOCHIOGGIA

6/9/2013

Si rende noto che all'interno della sezione "BANDI e GARE", la scrivente Azienda Speciale per il Porto di Chioggia ha pubblicato la

"Richiesta / offerta di SPONSORIZZAZIONE / COLLABORAZIONE"

in occasione della Vª edizione di Ottobre Blu. che si terrà a Chioggia (VE), dal 19 - 27 ottobre 2013.

Vacanze Sicure - Safe Holyday

Aspochioggia

1/7/2013

Vacanze sicure e assistenza medica e infermieristica per i Turisti di Chioggia

 

 

Brochure vacanze sicure U.L.S.S. 14 Chioggia

Incontro degli ex Comandanti della Capitaneria di Porto di Chioggia

ASPOCHIOGGIA

18/6/2013

Il 14 giugno scorso si sono riuniti a Chioggia gli Ufficiali della Guardia Costiera che hanno rivestito, nell’arco degli ultimi 30 anni, la carica di Comandante della Capitaneria di Porto di Chioggia. L’incontro organizzato e promosso dall’Azienda Speciale per il Porto di Chioggia, è giunto alla sua 7^ volta da quando è stato istituito nell’anno 2006,  e ha visto la partecipazione  - giunti da tutta Italia - degli Ammiragli Ispettori Gabriele Calcagno e Domenico Passaro, del Contrammiraglio Roberto Peschiutta, dei Contrammiragli Pietro Angarano e Riccardo Barnabei, dei Comandanti Giuseppe Spinoso, Claudio Mollica, Paolo Meneghetti, Mario  Cento, Franco Maltese, così come naturalmente l’attuale titolare della carica, il Comandante della locale Capitaneria di Porto, Capitano di Fregata Andrea Conte.

 

 

 

Ad incrementare l’onore ed il valore della serata, l’eccezionale presenza dell’attuale Direttore Marittimo del Veneto Contrammiraglio Tiberio Piattelli, che non ha voluto mancare questo importante appuntamento conviviale di aggregazione, ma al tempo stesso un’importante occasione che l’ASPo ha voluto, per “fare il punto” sull’attuale situazione dei traffici commerciali, analizzando, con tutti i presenti, lo stato attuale e di sviluppo delle infrastrutture portuali.

 

 

 

 

Importante finalità questa, richiamata anche dallo stesso Ammiraglio Passaro, il quale ha voluto omaggiare il tradizionale  “Diario di Bordo” (che dal 2006 riporta puntualmente la cronaca degli  incontri) riportando la dicitura “…ricordando il passato possiamo trarre insegnamenti per il futuro…”; alla quale frase si è opportunamente legata quella lasciata dell’Ammiraglio Calcagno: “…con la concordia crescono le piccole cose, con l’amicizia si può raggiungere la perfezione..”.

 

 

La serata si è infine conclusa con il sincero augurio da parte di tutti i Comandanti, sullo sviluppo dell’attività portuale della città di Chioggia, per cui tutti i presenti hanno impegnato e stanno impegnando, ed impegneranno le loro migliori energie.

ASPO: Conferenza stampa dell'11 giugno 2013

ASPOCHIOGGIA

11/6/2013

Lo scorso 11 giugno alle ore 10.00, presso la Sala Vespucci dell’Azienda Speciale per il Porto di Chioggia, alla presenza del vice presidente della Camera di Commercio di Venezia Giuseppe MOLIN, accompagnato dal Consigliere Delegato di ASPo Com.te Oscar NALESSO e dalla Responsabile delle relazioni esterne Melania PREGNOLATO, del vice sindaco Maurizio SALVAGNO nonché di tutti i maggiori esponenti della realtà portuale clodiense, si è svolta la conferenza stampa voluta da A.S.PO., per la presentazione delle nuove regole per lo sviluppo ed il potenziamento dello scalo di Chioggia, facenti parte della nuova ordinanza, elaborata dalla Capitaneria di Porto di Chioggia, a breve in firma al Comandate C.F. (CP) Andrea CONTE.

 

 

Due sono i grossi nodi che tale provvedimento giurisdizionale andrà finalmente a sciogliere, dopo 20 anni di arduo operato, nell’ambito del quale, l’Azienda Speciale ha concentrato il proprio lavoro nel coinvolgimento di tutti gli enti locali e nazionali preposti al potenziamento e allo sviluppo dello scalo, coordinandone di fatto le varie fasi di lavoro e, non ultimo, acquisendo tutta quella serie di indispensabili contributi che ne hanno permesso la realizzazione.

 

Il primo rappresentato dall’introduzione dell’operatività h24 anche per lo scalo di Val da Rio, che di fatto, eliminando l’attuale limite imposto dall’alba al tramonto, permetterà di aumentare l’appetibilità delle nostre banchine a tutta quella serie di traffici che negli anni, a causa dell’impraticabilità notturna, risolta grazie all’avviamento di una serie di sperimentazioni e all’aumento delle misure di sicurezza, hanno spostato il loro ormeggio verso lidi vicini.

 

 

La seconda rappresentata invece da quello chè da sempre caratterizza, ma al tempo stesso limita, lo scenario della Laguna, ossia l’escavo dei fondali: infatti dagli iniziali – 4,5 mt, che caratterizzavano la prima banchina dello scalo, l’ordinanza andrà definitivamente a certificare la quota – 8,5 mt per tutte le banchine operative dello scalo, dando così il via libera all’arrivo di tutte quelle unità, con stazza superiore alle 7.000 ton, che prima a causa del loro superiore pescaggio, erano costrette a dirigere per altri porti. 

 

 

 “Il commercio è l’anima di un porto. Uno scalo è efficiente se gli operatori danno servizi validi in quantità, qualità e serietà. Gli operatori portuali possono offrire tutto ciò ai propri clienti se supportati da efficienti infrastrutture di base.

 

Oggi, 11 giugno 2013, anche l’ultima “barriera” infrastrutturale dello scalo clodiense è stata abbattuta: tutte le banchine hanno i fondali previsti dal vigente Piano Regolatore Portuale.

 

Con la nuova ordinanza elaborata dalla locale Capitaneria di Porto si definiscono nuove regole per lo sviluppo ed il potenziamento dello scalo di Chioggia.

 

Percorso iniziato decenni fa, nel 1993, con un’unica banchina, un fondale a -4,5 m. ed un accordo di programma firmato tra l’allora Presidente del Magistrato alle Acque ing. Maria Giovanna Piva e l’A.S.PO.  Siamo arrivati, oggi, ad aver scavato circa 5 milioni di mc. ed avere 12 ormeggi scavati a circa - 8,5 m.

 

A rendere operative queste banchine hanno contribuito Amministrazioni, Enti, operatori e chiunque ci ha creduto. Senza l’impegno della Regione Veneto ed in particolar modo del Magistrato alle Acque di Venezia, attraverso il concessionario Consorzio Venezia Nuova, tutto ciò non sarebbe stato possibile. Un porto quindi non ha “proprietari”; un porto vive grazie alla volontà di tutte le Amministrazioni coinvolte.

 

Il lavoro dell’A.S.PO. in questi anni è stato quello di riuscire a coinvolgere gli interessi di tutti gli Enti preposti per potenziare e sviluppare lo scalo di Chioggia, coordinandone le varie fasi di lavoro. Canali, strade, raccordo ferroviario, banchine, piazzali, magazzini, strutture per logistica e pubbliche amministrazioni sono le basi per lavorare. Oggi,  è stata “certificata” la potenzialità del nostro porto, così Chioggia potrà avere più commercio, più lavoro, più occupazione."

TRANSPORT LOGISTIC 2013

Aspochioggia

28/5/2013

Ogni due anni tutti gli attori del mondo del trasporto e della logistica convergono su Monaco di Baviera per l’ "International Exhibition for Logistics, Mobility, IT and Supply Chain Management". Questo evento chiave nel calendario delle attività fieristiche, si è ampliato costantemente nel corso dei decenni, per raggiungere la sua statura attuale come fiera leader mondiale.

 

Per l’edizione 2013, che si terrà a Monaco dal 4 al 7 giugno p.v., lo spettacolo è in espansione ancora una volta - e non solo in termini di spazio espositivo, con l'inserimento di una sala espositiva supplementare, ma anche in termini di espositori: più di 2.000 aziende provenienti da 64 diversi paesi, alla quale prenderanno parte più di 50.000 visitatori professionali.

 

Quale scenario migliore per esporre ad un palcoscenico così qualificato le potenzialità e la piena funzionalità del Porto di Chioggia, delle sue imprese, delle sue agenzie, dei suoi operatori, nonché della sua continua evoluzione e riqualificazione a centro nevralgico del traffico navale del NordEst Italia, sia esso marittimo che fluviale.

 

Motivazioni queste che hanno spinto l’Azienda Speciale per il Porto di Chioggia, unitamente alle agenzie marittime POSEIDON Srl, BORIANI  NAVIGAZIONE Srl e all’impresa portuale SORIMA Srl, a scendere in campo per promuovere la partecipazione in fiera, la quale fornisce indubbiamente la visione di nuovi mercati, di nuove tendenze ed esamina le soluzioni ai problemi logistici di oggi e di domani.

 

Il team del “Port of Chioggia” vi aspetta dunque numerosi alla Transport Logistic 2013, per tutta la durata dell’evento, presso il proprio stand nr. 120 sito all’interno del Padiglione espositivo B3.

 

Val da Rio ospita una delegazione libica

Aspochioggia

13/5/2013

Il 13 maggio scorso presso la “Sala Vespucci” dell’Azienda Speciale per il Porto di Chioggia” si è tenuto l’incontro tra il Consigliere Delegato Com.te Oscar Nalesso e una delegazione libica, accompagnata da Calascibetta Alfredo, Presidente del Comitato per il rilancio del porto di Chioggia.

 

La rappresentanza armatoriale della Libia, dopo una breve presentazione dello scalo, ha visitato le infrastrutture portuali dello scalo di Val da Rio, testandone con mano la potenzialità e l’operatività , al punto tale da manifestarne apertamente un vivo interesse dettato anche dalla considerazione dei grossi scambi commerciali attualmente in atto per le “ricostruzioni” in Libia.

 

Ampio interesse di avviare una nuova linea di trasporto general cargo, che avrà inizio tra un paio di mesi tra Bengasi e Chioggia.

 

Si prospetta dunque all’orizzonte il futuro avvio di una linea di traghetti tra Libia ed Italia, che confidiamo contribuirà all’aumento dell’attuale trand positivo del traffico portuale di Chioggia.

 

 

 

UN GIGANTE A CHIOGGIA

Aspochioggia - Sorima Srl

5/2/2013

Il giorno 05 febbraio ’13 ha rappresentato un momento molto importante per l’operatività e l’economia dello scalo clodiense di Val da Rio, momento in cui lo stesso ha dato ospitalità presso le proprie banchine, alla motonave LAKE ONTARIO, gigante commerciale proveniente da Nikolaev.

 

 

Dopo aver lasciato il punto di fonda in rada esterna assegnato dalla Capitaneria di Porto di Chioggia, la Lake Ontario, unità del 2004 battente bandiera dello stato Antigua & Barduda, con i suoi 186 mt di lunghezza, 24 metri di larghezza, con un pescaggio di c.a. 10 mt derivante dagli oltre 26.000 tons di mais stivato a bordo, ha iniziato le operazioni di allibo in rada per essere successivamente movimentata presso la banchina V7 e V8 dello scalo, con un pescaggio di 6.70 mt.

 

 

Un’importante operazione di allibo di c.a. 20.000 tons portata a termine dal Romano P. – unica e più moderna nave galleggiante per allibo dotata di braccio idraulico - che, dall’ottobre 2012 ha ripreso la sua attività, grazie alla società Allibo Adriatico S.p.A., e proprio lo stesso Amministratore Delegato Dott. Davide Calderan, intervistato telefonicamente, ha affermato: “si tratta dell’ottava nave dalla ripresa dell’attività e siamo davvero soddisfatti di quanto stiamo facendo da ottobre a questa parte, ed in particolar modo, l’ingresso in porto a Chioggia della Lake Ontario, che solitamente invece ultimate le operazioni di allibo fa rotta verso Venezia, rappresenta una tangibile testimonianza della validità ed operatività di questo porto. Ci auguriamo dunque che questa rappresenti la prima di una lunga serie…”

 

Oltre 5.000 tons di merce, proveniente dall’Ucraina è stata stoccata nei magazzini doganali allo stato estero di ASPO, per essere successivamente sdoganata e inviata, via terra, con varie destinazioni.

 

 

Rilevante è stato inoltre il coinvolgimento di numerose realtà operanti nel porto di Chioggia, che grazie alla coesione professionale ed alla sinergia messa in campo, ha saputo concretizzare l’arrivo in banchina di questa “imponente” unità. A cominciare dall’Agenzia Marittima Duodo & Co s.a.s., che si è avvalse dell’attività dell’impresa portuale SORIMA, relativamente alle operazioni di stoccaggio merce, e dell’impresa portuale IMPREPORT invece per le operazioni di sbarco merce in banchina; le pratiche doganali di sdoganamento merce e di introduzione in TC sono state invece curate dal doganalista Angelini, agente locale della SAGEM Srl, rappresentante dei ricevitori, dei due importanti importatori nazionali Cereal Docks International e Ravagricola S.p.A.

 

Fondamentale inoltre si è dimostrata la collaborazione dalla locale Capitaneria di Porto, nonché la perizia tecnica messa in campo sia dal Gruppo Ormeggiatori che da tutta la squadra della Coorporazione Piloti di Chioggia e Porto Levante, che con l’ausilio dei due rimorchiatori della Rimorchiatori Riuniti Panfido & C, Pardus e Giulia C., arrivato per l’occasione direttamente da Venezia, hanno condotto ed ormeggiato l’unità in banchina.

 

 

Questa operazione commerciale, ha aggiunto il Presidente dell’ASPo Giuseppe Fedalto, rappresenta la concretizzazione degli innumerevoli sforzi di cui l’Azienda si è fatta carico nel corso degli anni, impegnata da un lato per la realizzazione delle operazioni di escavo del canale d’ingresso e delle banchine, ma al tempo stesso, per la promozione della navigazione fluviale, innata connotazione ed eccezionalità geografica dello scalo di Val da Rio, unico a livello nazionale per l’interscambio ed operabilità fluvio-marittimo…”.

 

L’arrivo di questo colosso commerciale in Val da Rio, avvenuto a pochi giorni dall’inizio del 2013, rappresenta di fatto un buon auspicio per l’anno portuale, sia da un punto di vista di mero prestigio dello scalo che di attività produttiva; mai come in questa occasione, l’ASPo in primis, unitamente a tutta la portualità clodiense, nell’ambito della pesante situazione economica che da qualche anno grava sul commercio internazionale e sulle operazioni portuali, si augura che questo arrivo coincida con la verità da sempre celata dietro al famoso proverbio “Il buongiorno si vede dal mattino… “

 

l’A.S.Po. tappa della visita ufficiale dell’Ammiraglio Ruzittu

aspochioggia

23/11/2012

Venerdì 23 novembre u.s. l’Ammiraglio di Divisione Salvatore RUZITTU, Comandante in Capo del Dipartimento Militare Marittimo dell’Adriatico, ha fatto visita alla città di Chioggia, accompagnato per l’occasione dal Contrammiraglio (CP) Tiberio PIATTELLI, Direttore Marittimo di Venezia e dal Capitano di Fregata (CP) Andrea CONTE, Comandante della locale Capitaneria di Porto.

 

 

Il Comando in Capo del Dipartimento Militare Marittimo dell’Adriatico ha la propria sede ad Ancona e la sua competenza si sviluppa lungo le coste e le acque che vanno dal Gargano in Puglia fino ai confini italiani dell’Alto Adriatico, un territorio ampio ed estremamente diversificato per radici culturali, e questa visita, come lo stesso Ammiraglio ha definito, “ha rappresentato la possibilità di conoscere da vicino quei luoghi di mia giurisdizione, che però fin ora hanno rappresentato per me, solamente una realtà raffigurata su una carta, che invece cela meraviglie paesaggistiche e personale qualificato ed estremamente professionale, sia esso civile che militare”.

 

Dopo il rituale “saluto di benvenuto” in Municipio dell’Avv. Giuseppe Casson, Sindaco di Chioggia, la delegazione ha proseguito a piedi il suo cammino lungo il corso principale della città, constatando da vicino quell’attaccamento al mare che ne contraddistingue lo spirito e la realtà clodiense, forse uno dei pochi posti in Italia, dove lungo le rive dei suoi canali, le auto lasciano il posto a centinaia di imbarcazioni da pesca, che costituiscono la seconda flotta a livello nazionale.

 

Giunti a piazzetta Vigo, cuore nevralgico e fiore all’occhiello della città, preso imbarco sulla motovedetta CP826 della Capitaneria di Porto di Chioggia, la visita è proseguita via mare, o per meglio dire, via laguna, mostrando all’Ammiraglio la difficoltà non priva di spettacolarità paesaggistica del “navigare per canali”, toccando dapprima il porto di Val da Rio, dove ha sede l’Azienda Speciale del Porto di Chioggia, prima protagonista ed al tempo stesso principale artefice della nascita e dello sviluppo di questo moderno e funzionale scalo marittimo.

 

 

Ad attendere la delegazione in Isola Saloni, erano presenti il Direttore dell’A.S.Po. Dott. Roberto Crosta ed il Consigliere Delegato Cap. Oscar Nalesso, che hanno accompagnato la delegazione prima in visita ai nuovi Locali del Centro Polifunzionale, che lo scorso giugno hanno accolto adeguatamente le operazioni di sbarco/imbarco dei circa 1.500 passeggeri della Motonave Berlin, poi ai locali della nuova Base Logistica, recentemente inaugurati e consegnati alla Capitaneria in occasione di OTTOBRE Blu 2012, per spostarsi infine presso la sede dell’ASPO.

 

È stato il Presidente Giuseppe Fedalto ha rendere gli onori di casa all’Comandante in Capo, che successivamente ha voluto esprimere lusinghiere parole per quanto egregiamente operato dall’Azienda negli anni, sia in termini di realizzazione di infrastrutture che di promozione, sviluppata anche tramite l’evento OTTOBRE Blu.

 

 

 

Dopo la firma sul prestigioso libro d’onore Aziendale ed il rituale scambio di crest, l’Ammiraglio ha poi voluto alzare i calici per un brindisi di “vento in poppa” - alla marinara maniera - per le future attività dell’Azienda.

 

 

Val da Rio ancora una volta protagonista di un’eccezionale carico

aspochioggia

8/11/2012

Il giorno 08 novembre u.s. lo scalo di Val da Rio, dopo i già noti episodi di imbarchi eccezionali, sia per dimensioni che per tonnellaggio e difficoltà di operazione, è stato ancora una volta chiamato a confrontarsi con le delicate quanto complesse operazioni di imbarco di un carico eccezionale, materiale destinato in Russia, che è stato imbarcato sulla Motonave Neonila con competenza e indiscussa professionalità: colonne in ferro lunghe 32 mt aventi un peso di 80 tonnellate circa cadauna.

 

 

 

Il materiale, giunto come carico eccezionale via terra, è frutto di un lavoro commissionato dalla SAIMA Avandero Milano – Divisione Impianti e Progetti, una delle più note società nel campo dei trasporti, che una volta giunti in porto, è stato  preso in consegna dall’Agenzia marittima Duodo & Co sas, la quale tramite l’ausilio della Ship Service Venezia Srl e dell’Impresa portuale Impreport, che ne hanno rispettivamente curato la parte doganale - logistica e le operazioni di imbarco, ha concluso nel migliore dei modi l’imbarco dello stesso per il raggiungimento della successiva destinazione.

 

 

 

Ennesima dimostrazione dell’efficacia di questo moderno e funzionale scalo marittimo, pronto alla ricezione della merce indipendentemente da quale sia il mezzo di trasferimento scelto dal committente, essendo dotato di una polifunzionalità operativa evidenziata in primis, dall’unicità del collegamento fluvio-marittimo, nonché da oltre 4500 m di raccordo ferroviario, da 350.000 mq di piazzali, 2.000 metri di banchine, 16.500 mq di magazzini, 4.300 di Varco doganale e uffici amministrativi, 1.200 mq di palazzina passeggeri per traffico Ro-Ro.

 

 

 

Uno scalo di tutto prestigio che, in questo momento economico di grave crisi mondiale, può e deve proporsi quale punto di ripartenza per garantire la ripresa economica di questo settore potenziando, grazie al completamento della parte est, la sua già piena validità.

VISITA COMMISSIONE PESCA UE A CENTRO POLIFUNZIONALE

11/10/2012

Ottobre Blu 2012 ha aperto stamattina i battenti per una anteprima “privata” della mostra “Bragozzi e burci: dalla meccanizzazione all’evoluzione delle reti da pesca” di Dalio Ballarin per la delegazione della Commissione Pesca del Parlamento Europeo. La delegazione guidata dall’europarlamentare italiano Guido Milana, in queste ore in “missione” tra Venezia e Chioggia per conoscere le particolarità e la realtà peschereccia dell’area dell’Alto Adriatico, ha assistito, nel salone del Centro Polifunzionale Isola Saloni, all’esposizione dello storico del comparto marittimo peschereccio clodense che ha ripercorso, con l’ausilio di oltre cinquanta modellini di unità da pesca e duecento fotografie, l’evoluzione della cantieristica, con il passaggio dalla vela alla meccanizzazione, e lo sviluppo tecnologico delle reti da pesca. La mostra verrà inaugurata ufficialmente contestualmente a Ottobre Blu, sabato 13.

“SALUTO NOSTROMO”

Aspochioggia

1/10/2012

Lo scorso 27 settembre si è svolto presso la Sala Convegno dell’Azienda Speciale per il Porto di Chioggia il saluto per il pensionamento del  1° Maresciallo Luogotenente NP Luciano Moro, Nostromo del Porto di Chioggia.

 

Alla cerimonia di saluto, fortemente voluta dallo stesso nostromo per salutare simbolicamente tutto il Porto, hanno preso parte esponenti dell’Ufficio delle Dogane di Venezia - SOT di Chioggia, della Guardia di Finanza di Chioggia, dell’ASPo, delle Imprese portuali, delle Case e delle Agenzie di spedizione, dei Piloti, dei Rimorchiatori e degli Ormeggiatori, nonché di tutte le realtà che quotidianamente operano nel moderno scalo di Val da Rio a Chioggia.

 

      

 

Il 1° M.llo Lgt Luciano MORO ha lasciato il servizio attivo dopo una lodevole carriera durata ben 35 anni, nell’ambito della quale lo stesso è stato una delle figure che hanno permesso lo sviluppo e l’efficienza funzionale dello scalo clodiense di Val da Rio.

 

Arroluatosi l’11 gennaio 1977, dopo aver frequentato il corso di addestramento presso la Scuola nocchieri della Marina Militare alla Maddalena, viene destinato prima sul caccia torpediniere Impetuoso e successivamente trasferito sulla Nave Scuola Amerigo Vespucci.

 

Il 14 luglio 1978 sbarca a Chioggia, destinato presso la locale Compamare, nell’ambito della quale fino al 1984 lavora presso l’Ufficio Gente di Mare, per poi essere successivamente spostato fino al 1991 presso l’Ufficio Amministrativa. Nel 1984 consegue l’importante abilitazione al comando delle motovedette costiere, che nel 1990 amplia, grazie al conseguimento dell’abilitazione per quelle d’Altura.

 

Nell’ottobre del 1993, al rientro da due missioni NATO in Albania (1992 e 1993), nell’ambito delle quali, al comando di motovedette impiegati per la vigilanza anti-contrabbando delle armi in mare, viene insignito della medaglia “Operation Former Jugoslavia” (feb. – giu 1993), ritorna a Chioggia assumendo il gravoso incarico di “Nostromo del Porto”, che ha ricoperto per quasi venti anni prima di cedere il testimone al 1° M.llo NP Umberto La Tanza.

 

Oggi è un giorno particolarmente commovente per me”, ha aggiunto lo stesso Capo Moro al momento del rituale saluto, “dopo così tanti anni è difficile pensare di lasciare il servizio e il porto di Chioggia, tante battaglie, ma anche tantissimi bei ricordi ed emozioni, hanno caratterizzato la mia permanenza e colgo questo momento per rivolgere un sincero ringraziamento a tutti voi per il prezioso supporto che mi avete dato in questi anni, grazi di cuore a tutti e… Cin Cin”.

 

 

Parole che l’ASPo chioggia, nella persona del Capitano Oscar Nalesso, ha voluto esaltare con la proiezione di un piccolo video realizzato per ripercorrere insieme al nostromo le tappe significative dell’evoluzione di Val da Rio, nonché dei momenti significativi in cui lo stesso Moro era presente.

 

In un generale  ed intenso applauso finale il Comandante Nalesso ha aggiunto: “Grazie a te Luciano, a nome mio personale e di tutta la portualità clodiense, per tutto quello che di importante hai compiuto in questi anni.”

 

Presentato OTTOBRE Blu 2012

Aspochioggia

18/9/2012

 

Lo scorso 11 settembre, alle ore 17 presso la sala “Vespucci” della sede dell’Azienda Speciale per il Porto di Chioggia, il Capitano Oscar Nalesso, Consigliere Delegato dell’Azienda nonché Presidente del Comitato Organizzatore di Ottobre Blu, alla presenza del Capitano di Fregata Andrea Conte, Comandante della locale Capitaneria di Porto, del Capitano dei Carabinieri Antonello Sini, del  e del Delegato Nazionale A.N.M.I. per il Veneto Orientale Cav. Alessandro Mazzolo, ha riunito tutti i partner della manifestazione che hanno contribuito al successo dell’edizione 2011.

 

  

 

Nell’affascinante sala, gremita di persone, lo stesso, prima di dare inizio alla piccola, ma fortemente voluta, cerimonia di consegna degli attestati di benemerenza, ha voluto ripercorrere le tappe di questa straordinaria avventura proiettando il video riassuntivo promozionale appositamente realizzato: venti minuti di immagini e di musiche che, ancora una volta, hanno saputo regalare brividi ed emozioni a tutti al rivivere tutto quello che di brillante è stato realizzato, soprattutto grazie al prezioso contributo di tutti i presenti, e non solo, che hanno sempre sostenuto l’ASPO in primis e questa rilevante manifestazione.

 

Al termine della proiezione, lo stesso Nalesso ha voluto cogliere l’occasione per annunciare al pubblico il ricco programma dell’edizione 2012 di Ottobre Blu dal tema “Il Mare: fonte di energie”, in calendario a Chioggia dal 13 al 21 ottobre.

 

Saranno infatti i “Top Gun” della Marina Militare a farla da padrona nella kermesse, decollando dal ponte di volo di Nave San Marco, Unità da sbarco che stazionerà a Chioggia dal 19 al 21 di ottobre. Inoltre tre prestigiosi convegni “Autostrade Fluviali”, “Città d’Acqua” e “Un Mare di Energia”, che annovereranno, tra gli altri, rilevanti relatori del calibro di: Antonio Cancian, Deputato del Parlamento Europeo, Ammiraglio Luigi Binelli Mantelli, Sig. Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, Renato Chisso, Assessore alle Infrastrutture della Regione Veneto, Massimo Sessa, Presidente della IIIª Sezione del Consiglio Superiore dei LL.PP., Ciriaco D’Alessio, Presidente del Magistrato alle Acque di Venezia, così come lo stimato architetto Paolo Portoghesi e non ultima, l’eccezionale presenza del Comandante Eugenio Giannini, III° Ufficiale di Nave Andrea Doria, che confrontandosi sul tema “Essere comandanti ieri e oggi” con l’Ammiraglio Paolo Pagnottella, Presidente Nazionale A.N.M.I., racconterà di quella funesta sera in cui, trovandosi di guardia in plancia comando, vide nella nebbia lo Stockholm avvicinarsi fino a speronarli, causandone il successivo affondamento.

 

E ancora importanti mostre, tra le quali la presentazione del concorso, indetto da ClodiaComix, “Crea una storia che reinterpreti un luogo chiave di Chioggia”, stand informativi sulla tematica della manifestazione allestiti lungo il corso città e presso lo scalo marittimo dell’Isola dei Saloni, da Adriatic LNG, dalla Capitaneria di Porto di Chioggia, dall’Assessorato all’Ambiente di Comune di Chioggia, dall’Unione di Navigazione Interna Italiana, dalle librerie “Il Leggio” e “Mare di Carta”; esposizioni di barche da lavoro e da pesca, la Banda Musicale ed il Centro Mobile Informativo della Marina Militare, “Darsene in Blu” 1ª esposizione di usato nautico, stand gastronomici presso l’Ortomercato con la manifestazione “C’è davvero del sale in zucca”. Insomma talmente vasto è il calendario che rimane difficile da  descrivere brevemente, ma di sicuro c’è il fatto che, ancora una volta, si è realizzato un mix di fascini e prestigiosissimi eventi, che sapranno attirare miglia e migliaia di visitatori nella nostra città.

 

 

 

Molte, e di diverse natura tra loro, sono state le società, gli enti, i privati e i club service, che l’ASPO, al termine della presentazione, ha omaggiato con il simbolico “Attestato di Benemerenza Ottobre Blu”, consegnato a similitudine degli anni precedenti, anche per l’edizione 2011.

 

 

 

Sono stati infatti circa cinquanta i diplomi consegnati ai presenti in sala, attraverso i quali ASPO ha simbolicamente “detto grazie” a tutti gli artefici del successo del 2011, auspicando dunque di poter contare, anche in futuro, sul prezioso apporto fin qui sempre fornito, che sarà indispensabile per la buona riuscita di questa quarta edizione, e confermando di fatto, quella ferma volontà che da trent’anni ne contraddistingue il proprio operato: far accrescere sempre di più lo scalo clodiense attraverso la sua continua e costante azione di promozione.

 

Nave Scuola Palinuro a Chioggia

Aspochioggia

26/8/2012

Venerdì 17 agosto 2012 Nave Palinuro, al Comando del Capitano di Fregata Giovanni Schiavoni, è approdata nel porto di Chioggia per prendere parte ad una serie di attività promozionali e formative.

La Nave Scuola Palinuro, salpata da Taranto il 30 Luglio, sta compiendo la tradizionale Campagna d’istruzione, a favore degli allievi della prima classe della Scuola Sottufficiali di Taranto. L’Unità della Marina Militare che ha già fatto tappa nelle città di Messina e Spalato (Croazia), dopo la sosta qui a Chioggia visiterà i porti Civitavecchia, Marsiglia (Francia) e Olbia, per tornare nuovamente a Taranto alla fine di settembre dopo aver percorso oltre 3000 miglia: un’estate ricca di impegni allo scopo di far conoscere, sia in Patria che all’estero, la tradizione marinaresca della Marina Militare

Il Palinuro è una nave goletta, impostata nel 1933 presso i cantieri di Nantes in Francia come unità privata denominata “Commandant Louis Richard”; impiegata come nave commerciale, nel 1950 venne acquistata dalla Marina Militare che la sottopose a lavori di adattamento per trasformarla in Nave Scuola. I lavori furono portati a termine presso l'Arsenale della Spezia. La nave, ribattezzata “Palinuro” entrò quindi in servizio il 16 luglio 1955 e da allora, svolge un ruolo fondamentale in favore della formazione velico-marinaresca degli allievi Sottufficiali della Forza Armata. 

Con una lunghezza fuori tutto che sfiora i 70 metri, Nave Palinuro è armata con tre alberi e bompresso, per una superficie velica complessiva di circa 1000 mq: l’albero di trinchetto è a vele quadre, quelli di maestra e mezzana sono a vele auriche mentre il bompresso è armato con i fiocchi. Nave Palinuro ha un equipaggio ordinario di circa 90 persone, a cui si aggiungono in estate 35 Allievi Marescialli e il personale di supporto per un totale di circa 140 unità.

Ancora una volta, l’ASPO, ormai fermo caposaldo nel rapporto di partenariato con la Marina Militare nell’Alto Adriatico, ha saputo e voluto accogliere nel migliore dei modi questa prestigiosa Unità a vela: infatti presso i locali dell’Isola Saloni che, ad inizio estate, hanno ospitato l’arrivo della M/V FTI BERLIN, alla presenza del Capitano di Fregata CP Andrea Conte, Comandante della locale Capitaneria di Porto, nonché del Delegato Regionale ANMI per il Veneto Orientale Cav. Alessandro Mazzolo e di tutta la sezione di Chioggia, si è svolto un “brindisi di benvenuto”,  nell’ambito del quale lo stesso Capitano di Fregata Giovanni Schiavoni ha ringraziato l’ASPO e la città tutta, per la calorosa e lusinghiera accoglienza che gli è stata riservata.

Un piccolo assaggio di quella che sarà la presenza navale e “non solo” della Marina Militare per questa quarta edizione di Ottobre Blu.

WELCOME FTI BERLIN

Aspochioggia

4/7/2012

Lo scorso 1° luglio alle ore 17.30  ha preso il largo, per la seconda volta, a distanza di 7 giorni dalla prima toccata, la FTI Berlin, unità da crociera dell’omonima compagnia, che per prima ha fatto scalo nel porto di Chioggia presso l’Isola dei Saloni, utilizzando le nuovissime strutture dei “Locali per Servizi Portuali” recentemente realizzate dall’ASPO ed inaugurate proprio lo scorso 6 agosto.

 

Alle otto e mezza di mattina del giorno 26 giugno, la nave da crociera, di ritorno da un tour nel Mediterraneo, ha inaugurato il nuovo terminal passeggeri del porto di Chioggia, permettendo agli oltre 400 passeggeri tedeschi, austriaci, e svizzeri che aveva a bordo, di scendere a terra e visitare le meraviglie della città clodiense per successivamente far ritorno alle loro destinazioni.

 

Per l’evento, il primo nel suo genere, sulla banchina l’ASPO ha organizzato una piccola cerimonia di “Welcome” conclusasi con il rituale “cin cin” alla quale hanno preso parte numerose personalità: il Presidente della Camera di Commercio di Venezia ed ASPO, Sig. Giuseppe Fedalto, il Sig. Sindaco di Chioggia, Avv. Giuseppe Casson, i Consiglieri Regionali, Carlo Alberto Tesserin e Lucio Tiozzo, il Capitano di Fregata Andrea Conte, Comandante della locale Capitaneria di Porto, il rappresentante sindacale Brunero Zacchei, il Sig. Giorgio Grillo, delegato della Hugo Trumpy, la più storica Agenzia Marittima italiana (1876), nonché, per finire, lo stesso Comandante della nave.

 

Uno speciale bis di madrine per questo straordinario evento, la cerimonia inaugurale del “taglio del nastro” ha visto infatti protagoniste entrambe due le realtà: il bordo, rappresentato dalla prima passeggera sbarcata, e lo scalo, rappresentato dalla Dott.ssa Nunziata Fornaro, Responsabile dell’Ufficio delle Dogane di Venezia – SOT di Chioggia.

 

Eccezionale è stata in entrambe le occasioni (26 giugno e 1 luglio) la risposta operativa fornita dalla scalo grazie anche al prezioso contributo fornito rispettivamente dal sig. Aldo Angelini port agent della Hugo Trumpy coadiuvato dallo staff/personale della Naval Spedizioni, dagli uomini della società Impreport impegnati nella movimentazioni merci e bagagli, nonché dal personale della società Damport impiegato nelle operazioni di security.

 

 Questi in sintesi i numeri registrati in occasione dell’approdo dell’unità: 

circa 1.800  i passeggeri coinvolti nelle due toccate;

oltre 1300 i passeggeri che hanno visitato la città;

oltre 5.000 i bagagli da stiva e a mano movimentati dagli operatori preposti;

circa 150 gli uomini “terminal” coinvolti nelle operazioni di gestione;

oltre 130 gli uomini di bordo utilizzati nella gestione dei passeggeri;

20 i pullman impiegati per lo sbarco ed imbarco dei passeggeri;

oltre 5 camion che hanno effettuato le operazioni di rifornimento logistico dell’unità;

2 “navette” utilizzate per il collegamento con il centro città;

 

Decisa e ferma è la volontà trapelata dalle parole rivolte dal Presidente dell’ASPO Giuseppe Fedalto “come Presidente dell’Azienda Speciale per il Porto di Chioggia, così come Presidente della Camera di Commercio di Venezia, mi impegnerò, assistito dall’ incessante operato del Comandante Nalesso, che con lungimiranza da anni si batte a favore della promozione dell’Isola dei Saloni quale futuro scalo per il traffico passeggeri, affinché quello di oggi non rimanga una semplice parentesi, bensì sia l’inizio di uno stabile programma crocieristico avente nello scalo clodiense il suo principale punto di forza, giocando sul ruolo protagonista di porto capolinea, e finalizzato allo sviluppo, così come all’incremento delle possibilità commerciali ed economiche per la città di Chioggia in primis nonché per tutto il Nord Est Italia.” 

Che sia l’inizio di una lunga scia di arrivi e partenze se lo sono augurato tutti, e ciascuno per il suo ruolo ha pronunciato anche il prezioso impegno a sostenere quest’impresa a favore della portualità nonché della cittadinanza. L’ASPO è pronta nuovamente a mettere in campo, come fatto nell’arco della sua ventennale attività, tutte le risorse necessarie e la collaborazione affinché questa volontà possa tramutarsi in una concreta realtà economica e produttiva per il porto e la città di Chioggia.

 

Insomma la “prima prova” ha raggiunto, grazie anche al minuzioso operato svolto dietro le quinte da tutto il personale coinvolto nell’organizzazione, un brillante risultato come ha voluto evidenziare la stessa società Hugo Trumphy di Genova, leader nello shipping internazionale, attraverso le parole del suo rappresentante Giorgio Grillo: “Consci delle difficoltà economiche, amministrative  e burocratiche affrontate, consideriamo un “miracolo” l’operatività del terminal ottenuta in così poco tempo, ci complimentiamo dunque per l’ottimo risultato ottenuto in occasione degli scali della m/n Berlin a Chioggia. La nostra società deve adesso cominciare a programmare gli investimenti per le prossime stagioni, e direi quindi, sulla base del brillante risultato ottenuto, che Chioggia e il suo porto saranno protagonisti indiscussi delle nostre scelte, per quanto concerne gli scali Adriatici.

Rientrato lo scalandrone e mollati i cavi d’ormeggio, mentre a lento moto si dirigeva verso la bocca di porto, l’unità, nella persona del suo Comandante, ha voluto rendere omaggio alla straordinaria accoglienza che il porto e più in generale la città di Chioggia gli ha voluto riservare, ricambiando e salutando, alla “marinara maniera”, con l’imponente ed elegante suono dei tre fischi lunghi seguiti da uno breve. “Vento in poppa FTI Berlin….”

Link video dell'arrivo della nave.

VAL DA RIO SCALO FLUVIO-MARITTIMO

aspochioggia

10/6/2012

Ennesimo traguardo operativo per il moderno e funzionale scalo di Val da Rio, unico a livello nazionale per la sua polivalenza operativa fluvio-marittima, che rappresenta il più importante snodo per la produttività e l’economia non solo del Nord Est Italia, ma dell’intera penisola nell’ambito dei collegamenti commerciali con l’Europa.

 

Traguardo testimoniato dalla movimentazione recentemente avvenuta nello scalo grazie all’imbarco del quinto “trasformatore di corrente” diretto verso il porto di Barletta con destinazione finale città di Foggia.

 

Il monoblocco, dell’eccezionale peso di quasi 300 tonnellate è arrivato a Chioggia via terra grazie all’utilizzo di un convoglio della SIMI Trasporti Eccezionali, composto da 2 motrici a 3 assi, 2 dei quali gemellari, posizionate rispettivamente alla testa e alla coda del convoglio per garantirne una spinta/trazione omogenea, e da 2 carrelli modulari con 14 assi per carrello avente 8 gomme per asse.

 

Con un totale di 84 metri di lunghezza, 6,40 metri di larghezza, 4,80 metri di altezza, 132 gomme e un peso complessivo di oltre 540 tonnellate, è il convoglio più pensante in assoluto che gli uomini della SIMI Trasporti hanno realizzato.

 

Prima dello stesso infatti sono stati realizzati dalla SIMI trasporti, nell’ambito dello scalo portuale di Val da Rio, altri 8 trasporti, di cui i primi 4 diretti, passando via mare da Ortona, per poi essere trasportati a Ceppa Gatti (PE), e gli altri 4 sempre via mare con destinazione finale Foggia.

 

In questo momento di incertezza economica e lavorativa del nostro paese, queste tangibili testimonianze di validità dello scalo di Val da Rio, che l’ASPO ha voluto realizzare combattendo a volte anche dure battaglie nel corso della sua ventennale attività, rappresenta, con i suoi ampi piazzali e monumentali aree logistiche di movimentazione merce, una chiave di volta nonché di investimento aziendale per il superamento delle attuali difficoltà economiche, rinforzando di fatto, quel progetto di commercio fluvio-marittimo che purtroppo ad oggi, nonostante la sua naturale connotazione geografica che può vantare numerosissimi corsi d'acqua navigabili, risulta di fatto ancora poco sfruttato nella nostra penisola rispetto alle sue reali potenzialità

 

CHIOGGIA TEAM OF AMERICA'S CUP

Aspochioggia

28/5/2012

Dopo lo straordinario successo riscosso a Napoli, davvero tante erano le aspettative che lo splendido scenario della Laguna Veneta, e la città di Venezia in primis, aveva il duro compito di soddisfare e alla fine, ancora una volta, “la laguna” ha saputo non tradire regalando a tutti indimenticabili emozioni, ospitando nel migliore dei modi una delle tappe della prestigiosa America’s Cup World Series 2011-2012.

 

Per dieci giorni, dal 10 al 20 maggio, i catamarani più famosi del mondo si sono sfidati davanti lo specchio acqueo prospiciente la città di Venezia, regalando duelli scintillanti, in speciale modo quelli disputati nel percorso in laguna nel Bacino di San Marco, alla quale hanno fatto da cornice oltre 100.000 spettatori assiepati sulle rive e oltre 2.000 barche che si sono accreditate per l’evento.

 

Il colpo d’occhio è stato davvero indimenticabile grazie alla contemporanea presenza di barche a motori, a vela, ma anche un consistente numero di natanti a remi nonché le tradizionali “gondole”.

 

Marea, corrente, bora, alghe, moto ondoso, e molte altre le insidie che questo scenario naturale unico al mondo, racchiude e ha racchiuso in se rendendolo ancora più impegnativo e spettacolare. Ed è proprio a tal proposito che il talentuoso velista italiano Enrico Zennaro è stato uno tra i protagonisti della tappa veneziana: Zennaro, profondo conoscitore della laguna veneta e delle sue insidie tattiche, è stato infatti scelto da Emirates Team New Zealand come “esperto locale”.

 

Un ruolo di assoluto prestigio, specie perché richiesto dal team che meglio di tutti ha saputo ergersi a protagonista degli ultimi vent’anni di questa illustre competizione. Una compagine che può contare su alcuni  tra i velisti più blasonati del mondo, come il CEO Grant Dalton, il coach Rod Davis, lo skipper Dean Barker e il tattico Ray Davies, e che in passato ha annoverato vere e proprie leggende della vela come Sir Peter Blake, Russell Coutts e Brad Butterworth.

 

Lo skipper del “Porto di Chioggia” ha fornito preziose informazioni non solo tattiche, ma anche tecniche, rivela lo stesso Zennaro: “hanno voluto sapere ogni minima informazione possibile per affrontare la competizione al massimo; sono rimasto colpito dall’organizzazione puntigliosa dei neozelandesi, il loro modus operandi è talmente pianificato che avevano già con due settimane di anticipo fissato orario, luogo e programma del primo allenamento.”Sono felice di aver avuto questa opportunità di confrontarmi e collaborare con i grandi campioni dello sport e questa avventura mi ha fatto crescere davvero molto, non solo dal punto di vista tecnico, ma anche dal punto di vista umano”. Dopo questo incredibile successo, eccezionalmente documentato anche da immagini del satellite ottico Eros-B del MARSec ad oltre 500 chilometri di altezza, che ha fotografato gli AC45 come se fossero comete viaggianti in una via lattea lagunare, con le loro scie di polvere di stelle, sarà davvero difficile non includere Venezia come tappa fissa dell’America’s Cup anche nelle prossime edizioni.

 

In questo clima di sfide, avventure al limite dell’immaginabile e soprattutto laguna, non poteva che non essere presente anche l’ASPo Chioggia, che nella figura del suo Consigliere Delegato Capitano Oscar NALESSO, a stretto contatto con lo skipper chioggiotto Zennaro, da anni uomo velico del “Team Porto di Chioggia”, è entrato nella “Restricted Area” dei Team, tessendo importanti legami proprio con i big di questo grande evento, tra i quali proprio Russell Coutts e James Spithill.

 

Ci sarà forse da aspettarsi qualche clamoroso colpo di scena per questa 4ª edizione di Ottobre Blu?? Magari gli scafi di Piranha e Swordfish in bacino della marittima in Isola Saloni??? Per il momento nulla è stato svelato, lasciandoci tutti con il fiato sospeso…

 

Staremo a vedere, d'altronde già in passato, quando tutti davano per impossibile la venuta di Nave Amerigo Vespucci, l’ASPo ha saputo smentire tutti tramutando l’impossibile in una tangibile realtà ormeggiata presso l’Isola dei Saloni.

 

 

NAVE URANIA A CHIOGGIA

Aspochioggia

18/5/2012

Non solo tondino, sale ed altre merci varie nell’ambito della quotidiana attività dello scalo clodiense di Val da Rio, ma in questi giorni lo stesso sta’ dando approdo a Nave Urania. La  nave oceanografica, gestita dal Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), nell’ambito della sua campagna di rilievi, in questi giorni è ormeggiata presso le banchine dell’ASPO dove svolgerà un ripristino logistico prima di riprendere il largo per le proprie attività di ricerche.

Con un’autonomia di sufficienza di circa 45 giorni e 36 persone di equipaggio, suddivisi tra personale scientifico e personale di bordo, l’unità ha una velocità che varia in funzione del rilevamento, passando da un minimo di 1,5 a un massimo di 11 nodi. Tale propulsione è costituita da due eliche a passo variabile azionate da due motori da 1000 KW e da un’elica prodiera da 220 KW, che coadiuvata dal sistema di posizionamento dinamico Simrad, ne garantisce manovre di grandissima precisione.

Al suo interno, ospita laboratori per analisi, campionamento geologico, laboratori chimici e radiologici, consentendo l’elaborazione dei dati di navigazione, quelli geofisici e, non di meno, quelli acquisiti con il R.O.V. (Remote Operated Vehicle) mediante una sonda multi-parametrica.

È nota a tutti noi l’importanza del CNR nell’ambito della ricerca diretta ad obbiettivi di eccellenza e rilevanza strategica, sia in ambito nazionale che internazionale, così come il suo fondamentale operato nell’acquisizione e divulgazione delle informazioni meteo-marine, che giornalmente mette a disposizione anche grazie all’ausilio della piattaforma posizionata proprio al largo delle coste chioggiotte. Ed a tal proposito che la presenza in porto di Nave Urania, rappresenta una tangibile testimonianza del concreto rapporto di sinergia che esiste tra l’ASPo e il CNR, le cui entrambe attività si estrinsecano nel mare, quel mondo che da sempre rappresenta la principale fonte di attività per l’uomo, basti pensare che il 71 % del pianeta è ricoperto da acqua salata, dunque da “fonte di energia”. Proprio questa sarà infatti la tematica di Ottobre Blu 2012, evento che il Consigliere Delegato Capitano Oscar NALESSO e il Direttore dell’Azienda Speciale del Porto di Chioggia, il Dott. Roberto CROSTA, stanno preparando per questa quarta importante edizione di questo evento autunnale che si è saputo guadagnare una rilevanza nazionale.

CHIOGGIA OSPITA L'EUROPA

aspochioggia
20/03/2012

 

Lo scorso 20 marzo la Città e il Porto di Val da Rio hanno ospitato una delegazione del Parlamento Europeo condotta da Brian SIMPSON e composta da 14 persone che partite in battello da Venezia, attraversando l’incantevole scenario lagunare da Lido a Chioggia, sono sbarcate presso lo Sporting Club Darsena Le Saline, dove sono stati accolti dal Sindaco di Chioggia Giuseppe CASSON accompagnato per l’occasione da Giuseppe FEDALTO Presidente dell’Azienda Speciale per il Porto di Chioggia e Presidente della Camera di Commercio Industria Agricoltura ed Artigianato di Venezia. Numerose le autorità locali presenti tra le quali: i Consiglieri Regionali Lucio TIOZZO e Carlo Alberto TESSERIN, l’Europarlamentare Antonio CANCIAN, principale attore ed artefice dell’incontro, il Dott. Roberto CROSTA Segretario Generale della CCIAA di Venezia nonché Direttore Generale dell’ASPO e il Dott. Simone CASON Vice Presidente PMI di Confindustria Venezia, membro del Consiglio di Amministrazione dell’ASPO.

Significativa e di prestigio inoltre la presenza del Direttore del Compartimento Marittimo di Venezia, il Contrammiraglio (CP) Tiberio PIATTELLI, accompagnato dal Comandante della Capitaneria di Porto di Chioggia, il Capitano di Fregata (CP) Andrea CONTE.

A testimoniare l’importanza di questo incontro prettamente funzionale all’esposizione e alle rispondenze delle problematiche attualmente esistenti nell’ambito dell’interscambio fluvio marittimo tra Val da Rio e l’interland produttivo nel NordEst Italia, era presente il Dott. Rudy TONINATO dell’Unione Navigazione Interna Italiana, che ha evidenziato quello che al momento rappresenta uno dei nodi cruciali per la navigabilità e il trasporto fluviale, il rifacimento del ponte ferroviario Loreo-Rosolina. Infatti, la Sistemi Territoriali S.p.a., in accordo con la Regione Veneto, sta portando avanti questa causa finalizzata al sollevamento dello stesso attraverso un progetto esecutivo che attualmente manca avere il nulla osta di fattibilità con Rete Ferroviaria Italiana.

Dopo il rituale saluto di benvenuto rivolto dal Sig. Sindaco, l’ASPo, nella persona del Cap. Oscar NALESSO, Consigliere Delegato della stessa, ha svolto una presentazione a favore della Delegazione sul prezioso e fondamentale operato che l’Azienda Speciale ha compiuto per lo sviluppo e l’evoluzione della portualità e dello scalo clodiense nell’ambito della sua trentennale attività. “Il moderno e funzionale scalo di Val da Rio”  ha aggiunto lo stesso, “risponde appieno a quanto richiesto dalla U.E. relativamente alla garanzia di porti marittimi connessi con linee ferroviarie, strade o vie navigabili, così come si colloca perfettamente nei requisiti per le Reti Transeuropee di trasporto, telecomunicazioni ed energia. Non vogliamo però fermarci qui, bensì stiamo energicamente promuovendo, il compimento del restante 15% che manca per il l’ultimazione scalo, un completamento che risulta determinante anche per la stessa economia della città.”


Proprio su tale argomento il Dott. Brian SIMPSON si è mostrato molto attento e volenteroso di recepire quanto evidenziato da ASPo al fine di costruire quel basilare legame che deve nascere tra la città di Chioggia e l’Europa, quell’intesa determinante per la realizzazione e l’evoluzione dei progetti attualmente in essere.

Per celebrare nel migliore dei modi questa simbolica stretta di mano tra ASPo e UE, il Dott. Roberto CROSTA e il Dott. Giuseppe MOLIN, vice Presidente della C.C.I.A.A. di Venezia, ha voluto omaggiare il crest istituzione di ASPo al Dott.Brian SIMPSON, capo della Delegazione, che si è manifestato apertamente compiaciuto dello stesso, e ricambiando con piacere, attraverso l’offerta di un presente istituzionale.

2ª edizione

Aspochioggia
23/03/2012

Parte oggi la seconda edizione di “Chioggia Capitale del Radicchio” , in programma dal 23 al 25 marzo p.v. presso il Mercato Ortofrutticolo di Chioggia, organizzata da Chioggia Ortomercato del Veneto, e l’Azienda Speciale per il Porto di Chioggia, sarà nuovamente presente presso lo Stand B1 del Padiglione Est con l’operoso spirito di fare unito all’indiscussa voglia di promuovere le attività marittimo-portuali dello porto clodiense che ha caratterizzata i suoi ben oltre trenta anni di attività, consacrati dalla realizzazione del moderno e funzionale scalo di “Val da Rio”, oggi punto di riferimento per il commercio marittimo di Chioggia.

È proprio questo uno dei motivi principali che rinnova la presenza di ASPo nell’ambito di tale manifestazione fieristica dove il commercio la fa da padrone, quel “Commercio” che però è strettamente legato al Porto, quale fondamentale arteria per l’import-export nazionale ed internazionale.

Agricoltura e Porto, congiuntamente a Pesca, Turismo, rappresentano da sempre i quattro principali motori economici della città di Chioggia e l’A.S.Po., ha voluto ancora una volta indirizzare le sue risorse per la promozione e all’esaltazione delle eccellenze della città di Chioggia nei suoi diversi settori, parole queste rivolte del Direttore dell’Azienda Speciale per il Porto di Chioggia Dott. Roberto CROSTA che ha aggiunto “con le tre edizioni di Ottobre Blu abbiamo sempre voluto esaltare le eccellenze di Chioggia e per il quarto anno consecutivo, anche nel 2012, Chioggia ed il suo Porto diventeranno il palcoscenico naturale di una manifestazione totalmente dedicata alla cultura del mare, alle tradizioni marinaresche, ai suoi uomini, ai suoi mezzi, con il solo fine di costruire il futuro del porto di Chioggia, perché esso diventi fonte di sviluppo commerciale e di crescita economica e sociale  per l’intera città”.

La società Fotolux, presente all'evento, ha realizzato un video celebrativo di questa 2ª edizione.

CONGRATULAZIONI ALDO

Aspochioggia
15/03/2012

Nel mese di marzo il Capitano Oscar Nalesso, Consigliere Delegato dell’Azienda Speciale per il Porto di Chioggia, ha voluto ricordare il 55° anno di attività del Sig. Aldo ANGELINI, stimato ed esperto “uomo di riferimento” della portualità clodiense.

Con l’incarico di “Controllore Internazionale per il cotone” e altri prodotti quali juta, pellami, nero fumo, fosfati, provenienti da traffici con l’America, il Messico e il Sudan, nel lontano 27 febbraio 1957, comincia la Sua attività nella storica Agenzia Marittima/Casa di Spedizione “A.Arduini”, una delle più note ed importanti realtà dell’industria chimica di Marghera.

Dopo l’obbligatorio servizio militare, prestato a Mantova in qualità di artigliere contraereo, nel 1965 rientra lavorando presso la Casa di Spedizioni “Benasso & Lavarello”, accreditata a livello nazionale, con l’incarico di “Responsabile del Settore Doganale”, e svolgendo allo stesso tempo pratiche di Agenzia Marittima e Spedizioni per ulteriori stabilimenti di Marghera. In questo periodo di fiorente attività accresce ulteriormente la Sua già pluriennale esperienza nell’ambito dell’importazione/esportazione di rame, gestendo altresì gli imbarchi e sbarchi delle navi provenienti dall’Africa.

Nel 1973, accettando l’offerta della società “Termini” di Padova, con l’incarico di “Responsabile imbarco/sbarco di prodotti siderurgici e servizi di linea in esportazione per l’Algeria, Cipro, Sira e Libano, approda a Chioggia, che a quell’epoca concentrava il suo traffico esclusivamente presso il vecchio e piccolo scalo dell’Isola dei Saloni, utilizzando al bisogno, anche il Canal Lombardo Esterno per lo sbarco/imbarco delle merci,  intraprendendo così, quel cammino professionale che nel marzo del 1974 lo vede fondare la “Naval Spedizioni”.

Prima con l’incarico di “Responsabile esterno” per l’imbarco/sbarco di merci varie, in particolar modo relativamente ai paesi dell’Arabia Saudita e Giordania, coordinando unità navali quali “Maracanà”, “Baracatalà” nonché più moderne unità dei rinomati Cantieri Navali Visentini come il “Veneto” e “Nave 103”, successivamente diviene il titolare della stessa.

Con qualifiche di Agente Marittimo, Doganalista e Stivatore, ha collaborato da sempre con l’A.S.Po. per la promozione e lo sviluppo del nuovo terminal di Val da Rio, nonché importante è stata la sua partecipazione, nell’ambito dei lavori per la realizzazione del rigassificatore, gestendo le pratiche doganali per la movimentazione del materiale necessario al zavorramento della piattaforma.

Rilevante è anche il suo ruolo nella gestione dei programmi relativi al traffico crocieristico con navi passeggeri, ed un esempio concreto è stato rappresentato dall’approdo, nel settembre 2010, di nave ARION (unità da crociera da circa 400 passeggeri operante nell’Alto Adriatico) e il prossimo arrivo di nave “Spirt of Adventure” (unità da crociera da circa 800 passeggeri).

A testimoniare il sua dedizione e la concretezza realizzativa del suo operare, il 6 agosto 2011, in occasione della cerimonia d’inaugurazione dei “Locali per Servizi Portuali” all’Isola dei Saloni, gli è stato assegnata dall’A.S.Po., la prestigiosa targa celebrativa del Porto di Chioggia, che con la seguente motivazione ne racchiude e descrive perfettamente l’animo: “Per l’entusiasmo e le conoscenze di una vita tra banchina e dogana”,

Voi forse non sapete, ma è stato proprio lui uno tra i primi a credere e collaborare in prima persona con il nostro progetto”, parole queste rivolte dal Consigliere NALESSO al momento del rituale brindisi, al quale lo stesso ha poi aggiunto: “Quando nel 1982 abbiamo voluto iniziare l’avventura che oggi ci ha portati alla realizzazione del moderno e funzionale scalo di Val da Rio, in pochi definirono all’ora questo come un sogno irrealizzabile e tra quei pochi c’era proprio il qui presente Aldo ANGELINI. Punto di riferimento principale per le attività doganali, spedizioniere, ed è proprio per questo, che colgo l’occasione per ringraziarlo, ancora una volta, per il preziosissimo apporto fornito, ma in primis per aver contribuito in maniera decisiva all’ampliamento funzionale dello scalo, portando nel corso degli anni, lavoro e operatività per molte molte persone”. La Presidenza e la Direzione dell’A.S.Po. rivolge dunque un sincero e sentito “grazie” per quanto di significativo ed importante svolto in questi anni.

PALIO DEI LITORALI A CHIOGGIA

aspochioggia
28/02/2012

Dopo il successo della prima edizione del Palio dei Litorali, lo scorso agosto nello specchio acqueo di Bibione, nell’ambito della quale il pluricelebrato campione chioggiotto, lo skipper Enrico Zennaro si è aggiudicato, a bordo dell’imbarcazione “Porto di Chioggia” tutte e tre le prove disputate,  conquistando così il diritto per la Città di Chioggia, di ospitare ed organizzare la seconda edizione di questa competizione.

Queste le parole dello stesso campione dopo la vittoria in agosto: “Sono un professionista che naviga più di 200 giorni all’anno, quasi sempre in equipaggi di diversa provenienza, ecco perché questa vittoria ha un sapore speciale, poiché conquistata con un team interamente formato da persone del mio paese, tra cui mio fratello. Ringrazio l’Azienda Speciale per il Porto di Chioggia, in particolar modo il Capitano Oscar Nalesso, che ancora una volta ha creduto in me e nel nostro spirito di gruppo.”

Sembra così svelarsi uno dei tanti eventi che caratterizzeranno l’edizione  2012 di Ottobre Blu: infatti la volontà dell’A.S.Po., della Camera di Commercio Industria Agricoltura ed Artigianato di Venezia, in collaborazione con il Comune di Chioggia, nella persona dell’Assessore allo Sport prof. Narciso Girotto, e lo stesso skipper Zennaro, è proprio quella di collocare la competizione stessa nell’ambito delle tante attività già in programma per la kermesse 2012 di questo ormai consueto e consolidato appuntamento a livello nazionale del mese di ottobre.

Siamo certi che ancora una volta” parole queste del Direttore Generale dell’A.S.Po. Dott. Roberto CROSTA “scommettendo sul nostro concittadino, giocheremo la carta vincente per permettere all’intero Nord-Est Italia e non solo, di conoscere le meraviglie e la straordinarietà che lo scalo clodiense sa e può offrire. Enrico Zennaro raffigura una delle tante eccellenze che la Città di Chioggia, la sua storia, le sue tradizioni, nonché, in particolar modo il suo Porto, può vantare a livello nazionale, ed Ottobre Blu 2012 ancora una volta, incamerando questo importante evento nella sua ampia programmazione, saprà certamente valorizzare queste importanti realtà”.

Non ci resta quindi che attendere che l’ampio programma di “Ottobre blu 2012 – il Mare: fonte di energie” esca allo scoperto, per il momento… “Vento in Poppa” Enrico Zennaro.

COMMISSIONE TECNICA DI LAVORO

20/01/2012
COMMISSIONE TECNICA DI LAVORO
Il Consiglio di Amministrazioner dell'ASPo, con propria determinazione n. 49/2011, ha approvato l'istituzione di una Commissione Tecnica di Lavoro con carattere consultivo, su tematiche di promozione, programmazione, coordinamento, realizzazione e gestione infrastrutture nel Porto di Chioggia, integrando la gestione aziendale dello scalo con l'operatività degli addetti ai lavori.
Compito della Commissione sarà dunque quello di delineare soluzioni condivise per far fronte alle problematiche portuali, al fine di ottimizzare tutte le risorse nel particolare periodo di crisi economica nazionale e mondiale che interessa anche la portualità.
La Commissione, presieduta dal Consigliere Delegato com.te Oscar Nalesso è composta da: 3 rappresentanti delle imprese portuali operanti nello scalo di Val da Rio; n. 1 rappresentante degli Agenti Marittimi; n. 1 rappresentante degli Spedizionieri; n. 1 rappresentante dei servizi nautici.
In relazione ai diversi aspetti di volta in volta trattati, la Commissione potrà invitare esponenti degli enti pubblici quali Capitaneria di Porto, Magistrato alle Acque, Agenzia delle Dogane, ecc.
E' convocata in data odierna la Commissione Tecnica, primo incontro del 2012, con il seguente Ordine del Giorno:
1) Progetto di "Gestione sostenibile dei rifiuti della filiera portuale";
2) Designazione Port Facility Officer per i porti di Val da Rio e Isola Saloni;
3) Situazione Cargill Srl;
4) Progetto di realizzazione impianto fotovoltaico nel Porto di Val da Rio;
5) Varie ed eventuali.
TRAFFICO RECORD AL PORTO DI CHIOGGIA

16/01/2012
Arrivato qualche giorno prima di Natale un carico record in termini quantitativi al porto di Chioggia. Si tratta di 8.500 tonnellate di fosforite proveniente dall'Algeria, movementate dall'Impresa Portuale Impreport e destinate ad un importante industria di Rovigo che usualmente si appoggia al nostro scalo.
Il suddetto carico è arrivato a Chioggia con la nave cargo Ionian Sea battente bandiera cipriota, proveniente dal porto algerino di Annaba ed entrata in porto con un pescaggio di 7,40 mt rispetto agli usuali 6,50. Un importante operazione che ha consentito al cliente di ricevere un 40% di merce in più rispetto ai normali quantitativi che attualmente gravitano sul porto di Chioggia, comportando indubbi elementi di economicità sui costi di trasporto marittimi.
L'operazione di rilevanza economica e commerciale, è stata possibile usufruendo dei primi risultati raggiunti dai lavori di escavo dei canali portuali eseguiti sulla base di un progetto realizzato dall'Aspo e finanziato dal Magistrato alle Acque di Venezia. Tali escavi tanto attesi e richiesti da tutta la comunità portuale chioggiotta, pongono le basi per un rilancio del Porto mettendolo in competizione con gli altri scali portuali dell'Adriatico che già da tempo usufruiscono di maggiori pescaggi seguendo la tendenza attuale di servirsi di navi mercantili sempre più grandi.
L'importanza dell'operazione può considerarsi eccezionale dal momento che i lavori di escavo sono ancora in fase di cantiere per cui il risultato raggiunto è stato possibile grazie alla professionalità di tutti i servizi tecnico nautici locali (piloti, ormeggiatori, rimorchiatori), coordinati dalla Sezione Tenica della Capitaneria di Porto.
ASPO CHIOGGIA

12/01/2012
ASPO CHIOGGIA - OSCAR NALESSO trent'anni di attività

30 anni fa, il 17 gennaio 1982, all'insegna della precarietà, nei magazzini portuali dell'allora Adria Docks, iniziò a lavorare una persona che cambiò il volto della città.
Allora c'era Chioggia e Sottomarina, ora c'è anche Val da Rio!
La realizzazione di questa nuova area portuale porta il nome di Oscar Nalesso.
Uomo di mare, che ha navigato per lunghi anni, approdato a Chioggia ha iniziato a solcare i marosi della politica, le secche della burocrazia, le complessità dei piani regolatori e dei finanziamenti pubblici.
Un giornale marittimo una volta riportò di lui:
"...da subito, quasi istintivamente, nell'uomo di mare si riconoscono l'Umiltà, l'Esperienza, la Professionalità, a volte la Temerarietà delle sue scelte, il grande Rispetto per questo elemento naturale col quale vive quotidianamente la sua sfida. Il Capitano Nalesso...continua questa sfida non più con il mare, ma con lo sviluppo del suo porto.
Egli ha lavorato spesso con grande difficoltà, con tenacia, convinzione e grande volontà, ma soprattutto con la profonda consapevolezza che il risultato da raggiungere non era il prestigio personale ma, nell'operatività e nell'organizzazione del porto, una nuova, grande, potenziale ricchezza per tutta la città."
L'encomiabile lavoro del capitano Nalesso ha reso oggi il porto di Chioggia "più navigabile" e "più appetibile" a nuovi e vecchi navigatori che proprio da qui potranno dare alla città un nuogo impulso economico e sociale annoverandolo, così tutti vogliamo, come esempio da imitare nell'auspicato rilancio della portualità italiana.
In occasione del trentennale di attività, gli operatori e le Amministrazioni portuali, a voce unanime, colgono l'occasione per rivolgere a Oscar Nalesso un ringraziamento per tutto ciò in cui ha creduto, combattuto e realizzato.
PORTO DI CHIOGGIA - LO SKIPPER CHIOGGIOTTO ENRICO ZENNARO CONQUISTA IL TROFEO

aspochioggia
25/09/2011

Si e' svolto il 23-24 e 25 settembre il campionato Italiano classe Tridente 16 e 14 in concomitanza del Trofeo Morosini a Venezia su un totale di 6 prove disputate.
Vincitore del titolo Italiano categoria tridente 16 su 22 imbarcazioni partecipanti e' stato l'equipaggio del "Team Porto di Chioggia" che schierava lo skipper pluricampione Enrico Zennaro al timone, Alessandro Siviero alle scotte e Giulia Ferrari a prua.
Si sono invece piazzati rispettivamente al secondo posto Pietro Corbucci e al terzo posto Nicolo' Tinebra.

L'equipaggio capitanato da Enrico Zennaro regatava per i colori del "Team Porto di Chioggia" sponsorizzato dall'Azienda Speciale Porto di Chioggia, queste le parole del Consigliere Delegato dell'Azienda, Capitano Oscar NALESSO, al momento della premiazione nell'aula magna dell'Istituto F. Morsini:
"Ancora una volta investire su uno skipper del calibro di Enrico Zennaro si è rivelata la mossa giusta, ma la cosa che da sempre ci lega a questo valido giovane, ormai concreta realtà nel panorama velico nazionale, è il profondo spirito di "competizione leale" che ne contraddistingue l' "io" di questo campione: ottimo sportivo, grande velista ma sopratutto uomo simbolo di una Chioggia vincente.Vento in poppa Enrico!!"
Nella classe Tridente 14 vittoria per Alessandro Saitta, secondo posto per Elia Toderi e terzo posto per Federico Lavezzi.

Nella giornata di domenica 25 settembre si e' svolta una veleggiata in laguna non valevole ai fini della classifica del campionato Italiano ma con premiazione dedicata ed anche questa emozionante regata con boe posizionate davanti piazza San Marco e' stata vinta dall'equipaggio capitanato da Enrico Zennaro.

Trinfo dello skipper del "Porto di Chioggia" Enrico Zennaro al Palio dei Litorali

Aspochioggia
28/08/2011

Bibione (VE), 28 agosto 2011 – Il Team “Porto di Chioggia” a bordo del TOD numero 4 vince la prima edizione del Palio dei Litorali 2011, aggiudicandosi tutte le tre le prove disputate, nonostante il vento di bora. Si piazzano invece rispettivamente agli altri gradini del podio Duino Aurisina (secondo), Caorle (terzo), Bibione (quarto) e Jesolo (quinto).

A timonare la barca di Chioggia lo skipper pluricampione del mondo Enrico ZENNARO, velista professionista, tre volte campione del mondo, due volte campione europeo e cinque volte italiano e vincitore della Barcolana 2009 a bordo di Maxi Jena.

A completare la squadra vincente era a bordo come randista Nicola ZENNARO, come tailer: Alessandro VIANELLO e Augusto TOSON, come drizzista: Stefano RIZZI, come prodiere: Alessandro SIVIERO, ed ospite: Andrea SCAIETTI.

Dopo un’incerta convinzione sull’esecuzione della gara a causa di una giornata difficile con uno scirocco che ha impedito lo svolgimento delle prove, dopo lo start,nonostante la bora, le imbarcazioni hanno svolto tre splendide prove, che hanno visto la supremazia di Chioggia con tre primi posti.

Le regate si sono svolte con ben 18 nodi di vento nella prima prova e le barche si sono comportate bene in ogni condizione di vento, permettendo agli equipaggi di regalare al meglio con vento e onda.

 “Sono un professionista che naviga più di 200 giorni all’anno, quasi sempre in equipaggi con persone di diversa provenienza. Per me quindi ha sempre un sapore speciale regatare con un team formato da persone del mio paese, tra cui mio fratello. Ringrazio l’Azienda Speciale per il Porto di Chioggia e in particolar modo il capitano Oscar NALESSO, che ancora una volta ha creduto in me e nel nostro spirito di gruppo e ora che abbiamo vinto la possibilità di organizzare il Palio nella nostra città ci adopereremo un evento sempre più bello.” Parole queste dell’emozionato ZENNARO al termine della gara e lo stesso ha aggiunto poi: “l’idea è quella di portare il Palio il prossimo anno all’interno di Ottobre blu 2012”.

Altrettanto entusiasta è stato il Direttore dell’Azienda Speciale del Porto di Chioggia, il comandante Oscar Nalesso, che afferma “Noi siamo un porto e un porto fa commercio quindi competizione. Investire su uno skipper che vince le competizioni fa parte della nostra filosofia. Con Enrico e il team investo sul sicuro, perché vince con professionalità e questo ci fa ancora più onore.”

IL PORTO DI CHIOGGIA CAMBIA ABITO

06/08/2011
Il Porto di Chioggia cambia abito. Nella vecchia marittima di Isola Saloni, l'Azienda Speciale per il Porto di Chioggia ha realizzato in soli 8 mesi una nuova palazzina a disposizione delle amministrazioni dello Stato e degli operatori privati. Polizia di frontiera, Dogana, Capitaneria di Porto, armatori e spedizionieri potranno ora trovare raccolti uffici e ambienti di lavoro moderni che sostituiscono edifici spesso fatiscenti. La conversione del Porto poco alla volta si sta così completando: gli scali commerciali nel terminal di Val Da Rio, mentre all'Isola Saloni le banchine prendono una nuova fisionomia, pronte per la sfida di nuovi mercati.

Prima della consegna del Barbotin d'oro all'ingegner Giampietro Mayerle, vice presidente del Magistrato alle Acque di Venezia, A.S.PO. ha consegnato tre targhe di riconoscenza a Aldo Angelini che da 40 anni opera nello scalo di Chioggia, a Claudio Penzo comandante dei rimorchiatori Panfido e all'equipaggio di Nave "Aretusa", unità della Marina Militare che in queste settimane sta ridisegnando la carta nautica del Porto di Chioggia per conto dell'Istituto Idrografico della Marina Militare italiana.

Il XIX Barbotin d'oro, va dunque quest'anno all'ingegner Mayerle per aver contribuito allo sviluppo del Porto di Chioggia, unico porto in Italia ad essere classificato come scalo "fluvio-marittimo", sviluppatosi nel delicato equilibrio della laguna di Venezia. Mayerle ha ricordato i 20 anni di lavori di tutela dell'ambiente lagunare cui il Magistrato alle Acque si è dedicato, con oltre 2, 6 mln di metri cubi di materiali scavati per farne velme e barene. Mayerle ha giudicato «al limite delle capacità delle finanze pubbliche», l'ultima tranche di 1,500 mln di euro destinata dal CIPE alla Legge Speciale per Venezia.

SALUTO DI BENVENUTO A NAVE ARETUSA

Aspochioggia
20/06/2011

Lo scorso 9 giugno l’Azienda Speciale per il Porto di Chioggia ha voluto porgere un ufficiale benvenuto a Nave ARETUSA, ospitando il Comandante dell’Unità, il Tenente di Vascello Roberto LOCCI,  presso gli uffici della propria sede per un tradizionale e formale saluto.


Nave ARETUSA, catamarano con finalità idro-oceanografica della Marina Militare, è attualmente ormeggiata a Chioggia nell’Isola dei Saloni e sta conducendo rilievi nell’ambito della sua Campagna Idrografica 2011, al fine di un aggiornamento della documentazione nautica della Laguna Veneta e in particolar modo delle acque prospicienti la città di Chioggia, e dei suoi canali interni di navigazione.


Grazie alla preziosa operazione di questa unità, nelle prossime ristampe delle carte nautiche di zona, sarà rappresentata una situazione reale e dettagliata di tutti quei cambiamenti che si sono susseguiti  negli ultimi anni, a cominciare “in primis” dalla cartografia di Val da Rio, attuale scalo commerciale della città, al momento non ancora rappresentato nelle carte.


Il Comandante LOCCI è stato accolto dal Presidente dell’ASPO Giuseppe FEDALTO e dal Direttore Oscar NALESSO il quale, dopo le rituali foto e la consegna del celebrativo centennale crest del Porto di Chioggia, ha voluto illustrare al TV LOCCI l’efficienza e la funzionalità dello scalo clodiense che ospita attualmente l’Unità e che, probabilmente a breve, vedrà l’arrivo di un'altra Unità idrografica della Marina Militare, Nave MAGNAGHI.


Particolarmente significative e cariche di un forte sentimento di ringraziamento, sono state le parole che il Comandante LOCCI ha espresso sul libro d’Onore dell’ASPO: “Ringrazio l’ASPO Chioggia, nelle persone del Presidente, del Direttore e dell’intero staff con il più sincero sentimento di riconoscimento per la calorosa accoglienza riservata a Nave ARETUSA. Benché l’ASPO sia “ben ancorata” a terra, trattandosi, in fondo, di ottimi marinai, auguro a tutti vento in poppa!” .


Lo stesso ha voluto successivamente ricambiare l’ospitalità, invitando a bordo, il giorno 20 giugno u.s., il Presidente e la Sua Consorte, nonché il Direttore, per una visita dell’unità e un signorile convivio in quadrato Ufficiali.


Al tradizionale saluto al Corpo di Guardia dell’Unità e un gentile omaggio floreale consegnato alla Consorte del Presidente, è susseguito un briefing illustrativo dell’’Unità e sulle le sue funzionalità,  nonché una visita guidata dei principali locali operativi di bordo, come la Plancia Comando e la (C.O.I.) Centrale Operativa Idrografica.


“Ringrazio dell’ospitalità che il TV Roberto LOCCI e il Suo equipaggio ha voluto riservarmi in occasione della mia visita a bordo. La prima sosta di una Nave Idrografica della Marina Militare nell’ambito della Campagna Idrografica 2011 promuove e qualifica il nostro scalo a livello internazionale. La Camera di Commercio Industria Artigianato ed Agricoltura di Venezia e la Sua Azienda Speciale nel ringraziare il Comandante e tutto il Suo equipaggio per la gentilezza e la professionalità mostrata, si augura vivamente di poter ospitare nuovamente l’Unità nello scalo clodiense. Vento in poppa per tutte le Vostre future attività professionali e personali”
, parole di gratitudine e benemerenza che il Presidente FEDALTO ha voluto lasciare incise sul libro d’onore di bordo, dopo aver ricevuto con piacere il crest di Nave ARETUSA dal Comandante LOCCI.
VISITA DEL PRESIDENTE DELLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA AGRICOLTURA E ARTIGIANATO DI VERONA

Aspochioggia
14/06/2011

Lo scorso 14 giugno l’Azienda Speciale per il Porto di Chioggia ha avuto il piacere di ospitare in visita ufficiale il Presidente della Camera di Commercio Industria e Artigianato di Verona Sig. Alessandro BIANCHI, accolto dal Presidente dell’ASPO, nonché Presidente della Camera di Commercio Industria e Artigianato di Venezia, Sig. Giuseppe FEDALTO.


L’incontro privato si è svolto presso la Sala Conferenze dell’Azienda Speciale per il Porto di Chioggia, location ideale per questo tipo di eventi di cerimoniale, nell’ambito del quale il Direttore Capitano Oscar NALESSO ha illustrato l’attuale assetto dello scalo clodiense, nonché i progetti futuri di investimento per la realizzazione e la trasformazione dello stesso in un ancor più elevato, ed oltremodo efficiente, scalo marittimo a livello nazionale, fulcro per l’interscambio fluvio-marittimo nazionale, basato sulla sua strategica connotazione geografica che ne permette il funzionale collegamento con l’interland lombardo, grazie alla vicinanza delle foci dei principali fiumi italiani quali Adige, Brenta e Po.


Suggestiva e allo stesso tempo significativa, se paragonata all’attuale crisi mondiale in materia economica, è la cifra che la Camera di Commercio Industria e Artigianato di Venezia, coadiuvata dal preziosissimo contributo dell’Azienda Speciale per il Porto di Chioggia, è pronta a mettere in campo per il completamento dello scalo e per l’ultimazione del nuovo terminal passeggeri presso l’Isola dei Saloni: si tratta infatti di un progetto di investimento decennale di oltre 90.000.000,00 € stimati che permetterà al Porto di Chioggia, ma ancor di più alla stessa città, di trarre ingenti benefici in materia economica grazie al considerevole aumento di traffico marittimo commerciale e all’acquisizione di nuove linee di navigazioni crocieristiche per il trasporto passeggeri.


Siamo riusciti a trasformare una barena in un moderno scalo portuale investendo quasi 80.000.000,00 di euro, ma non vogliamo fermarci, anzi continueremo affinché quello che inizialmente ha rappresentato il sogno di pochi, possa divenire la realtà e il sostentamento di molti”, parole queste che il Presidente FEDALTO ha rivolto al Presidente BIANCHI e del quale lo stesso ha percepito il forte attaccamento e la fervida determinazione per la concretizzazione di questo importante progetto al quale non ha nascosto la volontà di prenderne parte.
Brindisi di saluto per il pensionamento del C.V. Piero ANGARANO ex Comandante CP Chioggia

aspochioggia
22/04/2011

Lo scorso 22 aprile si è svolto presso la Sala Presidenziale dell’Azienda Speciale per il Porto di Chioggia il saluto al Capitano di Vascello CP Piero ANGARANO, il quale ha recentemente lasciato il servizio attivo dopo una lodevole quanto apprezzabile carriera durata ben 35 anni, nell’ambito della quale lo stesso è stato una delle figure che inizialmente hanno collaborato per la realizzazione dell’attuale moderno scalo clodiense di Val da Rio.


Con l’incarico di Capo Sezione Demanio, seppur giovane Tenente di Vascello ai tempi dell’inizio del piano per la realizzazione della nuova area portuale di Val da Rio ideato, concepito e fortemente voluto del Direttore Oscar NALESSO, principale promotore e cuore pulsate dell’intero progetto, ha intrapreso da subito un’efficace collaborazione con l’ASPO gettandone le basi per la concretizzazione di quel sogno che oggi noi tutti, con ammirazione e sincero apprezzamento, possiamo definire realtà.


“Voi forse non sapete, ma è stato proprio lui uno tra i primi a credere e collaborare in prima persona con il nostro progetto”, parole queste rivolte dal Direttore NALESSO al momento del rituale brindisi di saluto, al quale lo stesso ha poi aggiunto: “Seppur di difficile immaginazione per la complessità di tutte le vicende giuridiche e burocratiche alle quali abbiamo dovuto far fronte per vederne compiuta la sua realizzazione, l’attuale moderno e funzionale scalo fluvio-marittimo di Val da Rio, ad oggi uno dei migliori porti a livello nazionale, in continuo accrescimento che da lavoro a circa 1000 persone, è stato realizzato anche grazie al prezioso contributo del qui presente Capitano di Vascello Piero ANGARANO, ed è proprio per questo, che colgo l’occasione per ringraziarlo pubblicamente, ancora una volta, per il preziosissimo apporto fornito, da prima come Capo Sezione Demanio e successivamente come Comandante della Capitaneria stessa. Uomo semplice ma al tempo stesso forte di quella comprovata esperienza, maturata sul campo grazie ai prestigiosissimi incarichi ricoperti (Comando presso la Circomare di Ortona e Pesaro, Comandante in 2ª presso la Capitaneria di Chioggia e l’incarico di Capo Sezione Demanio e Direzione Marittima presso la Capitaneria di Venezia), che gli ha permesso di ottenere lusinghieri traguardi personali e professionali, al quale auguro un sincero e sentito Vento in Poppa per le future attività, Cin Cin”.


Contestualmente è stata consegnata allo stesso una pergamena, realizzata dall’artista Santamaria e voluta dall’Aspo quale simbolo di ringraziamento e profonda stima nei confronti del Comandante ANGARANO, raffigurante proprio in primo piano lui stesso e dietro immagini della Città di Chioggia unitamente a momenti salienti della Sua carriera; un semplice quanto significativo omaggio che il Capitano NALESSO ha voluto consegnare all’ “Amico Piero”.
Escavatore SENEBOGEN sulla Draga GINO CUCCO a Chioggia

SoRiMa Srl
09/05/2011

Lo scorso 09 maggio 2011, presso la banchina V1 dell’area portuale di Val da Rio in Chioggia, è stata imbarcata come attrezzatura, sulla draga GINO CUCCO, un escavatore per dragaggi  SENEBOGEN del peso complessivo di 85 tonnellate circa per mezzo di mezzi e personale dell’impresa portuale SoRiMa Srl, operante nel Porto di Chioggia da anni, la quale già in passato è stata al centro di altre imponenti operazioni fluvio-navali, tra le quali è sicuramente opportuno ricordare il recente imbarco dei 5 reattori, del peso singolo di circa 1000 tonnellate, avvenuto grazie alla fattiva collaborazione con la Società FAGIOLI S.p.a. lo scorso 18 gennaio, sfidando ogni più rosea aspettativa di riuscita per limiti strutturali e di consistenza dei mezzi impiegati.


L’operazione di assemblaggio dei singoli pezzi di questo grande escavatore, per il quale è stato da subito impossibile immaginare un trasporto come unità completa a causa dell’ingente mole e peso complessivo, sono cominciate dal 04/05/2011 grazie all’arrivo nel Porto di Chioggia Val da Rio dei relativi pezzi/componenti ed il tutto è terminato il 09/05/2011, con l’assemblaggio finale.


Le complicate operazioni di montaggio, in particolare la delicata operazione di imbarco con il successivo aggancio alla draga GINO CUCCO, potevano trovar corso solamente nel Porto di Val da Rio, attualmente unico posto a Chioggia nel quale sono simultaneamente disponibili personale qualificato, idonee gru e mezzi adeguati a questo tipo di operazioni.


La draga GINO CUCCO rappresenta un esempio di alta tecnologia avanzata, trattandosi di una draga che può compiere in completa autonomia, grazie ad un complesso sistema di automazione, le funzioni di carica, aspirazione, scarico, avente inoltre fondo apribile e refluente, TSL 1.110 TSN 650, che grazie a questo ultimo aggiornamento è in grado di eseguire dragaggi sino a – 16,50 metri swl.


Si tratta di un evento di rilevante importanza per quanto concerne l’attività portuale dello scalo clodiense, sia come concreta dimostrazione della polivalenza del Porto di Chioggia che come continuazione dell’impregno intrapreso per l’escavo, considerato che il primo impiego della draga, dopo aver eseguito i collaudi previsti, sarà proprio il proseguo dei dragaggi del Porto di Chioggia con programma di raggiungimento della quota di escavo  – 8,00 m swl.


Tale intervento rappresenta un lodevole esempio di implemento dell’operatività dello scalo clodiense di Val da Rio, nell’ambito di una più generale criticità economica a livello nazionale, basata sulla crisi che da qualche anno ha investito il settore commerciale e più nel particolare quello della portualità, raffigurando inoltre, un forte segnale di grande volontà e di voglia di fare, sia da parte degli enti che sovraintendono l’attività portuali, come l’ASPO stessa, che da sempre è attenta a queste problematiche, nonché delle singole imprese private.
“CHIOGGIA CAPITALE DEL RADICCHIO” - A.S.PO. consegna ulteriori attestati Ottobre Blu

Foto RTLAB - info@rtlab.it
02/04/2011

Un gustoso weekend  per i cittadini e i turisti si è tenuto questo ultimo 2 e 3 aprile presso il Mercato Ortofrutticolo di Chioggia grazie alla manifestazione “Chioggia Capitale del Radicchio” presentata da Chioggia Ortomercato del Veneto in collaborazione con Venezia Opportunità, le organizzazioni dell’agricoltura, pesca, artigianato, commercio, turismo e porto,  all’insegna del motto “Il prodotto promuove il territorio”.

La pesca, il turismo, l’agricoltura e il porto, che rappresentano i quattro principali motori economici della città, si sono voluti ritrovare tutti insieme sotto la grande cupola di Brondolo dove nei padiglioni coperti del Mercato Orticolo si sono allestiti una cinquantina di stand di operatori e associazioni sui rispettivi settori economici e ancora una volta l’A.S.PO. ha voluto essere presente nell’ambito di queste manifestazioni fieristiche finalizzate alla promozione e ancor più all’esaltazione delle eccellenze della città di Chioggia nei suoi diversi settori.


Due giornate di coltura e cultura in cui le tantissime persone che hanno riempito la grande cupola hanno potuto partecipare a numerosi eventi facenti parte del programma della manifestazione, nell’ambito della quale si è svolta anche la consegna di ulteriori Attestati di Benemerenza all’Istituto CAVANIS da parte del Direttore dell’Azienda Speciale per il Porto di Chioggia Cap. Oscar NALESSO “con Ottobre Blu abbiamo voluto esaltare le eccellenze di Chioggia, una città di mare, ne conosciamo tutti il porto che abbiamo trasformato in 10 anni da barena al moderno scalo fluvio-marittimo coadiuvato dal collegamento con l’area industrializzata della Padana grazie alla presenza dei maggiori fiumi nazionali Brenta, Adige e Po, una città di eccellenza per la pesca nonché una città di terra, e la manifestazione di oggi ne rappresenta, giustappunto un fulgido esempio”, parole queste del Capitano NALESSO che ha successivamente aggiunto “il fatto di avere uno dei migliori mercati ortofrutticoli a livello nazionale esalta la città e proprio con Ottobre Blu abbiamo voluto esaltare questa economia e insieme alla Marina Militare e grazie all’intervento dei commercianti, degli artigiani e degli agricoltori, abbiamo realizzato questa kermesse: il primo anno è venuto il TODARO, più moderno sommergibile al mondo, l’anno scorso abbiamo avuto il VESPUCCI, mentre per quest’anno avremmo i Pattugliatori della Scuola Comando.

I quattro attestati consegnati alla Fondazione Cavanis sono stati indirizzati rispettivamente alla sezione Meccanici, alla sezione Estetiste e alla sezione Acconciatori, nonché uno a Padre Luciano, rappresentate dell’Istituto e uomo che da sempre si è speso e battuto per i prestigiosi traguardi che la Fondazione ha raggiunto dalla sua istituzione.

Al momento della stretta di mano e foto di rito tra Padre Luciano e il Direttore NALESSO, lo stesso ha aggiunto “grazie padre, perché è proprio attraverso il Cavanis che tanti ragazzi hanno conosciuto il significato della parola professione e a tal proposito vorrei segnalare che l’A.S.PO., da sempre attenta a queste tematiche e alla promozione dello scalo clodiense, è riuscita a concordare con la Marina Militare, la presenza di Nave ITALIA a Chioggia, unica imbarcazione a livello mondiale per la formazione dei ragazzi disabili, che rimarrà ormeggiata per tutto il mese di agosto presso l’Isola Saloni a disposizione di tutti coloro che vorranno visitarla ed avere la possibilità di toccare con mano cos’è la Formazione, l’Etica e il Comando di un imbarcazione . Grazie ancora a tutti voi”.


La società Fotolux, presente all'evento, ha realizzato un breve Video della manifestazione

150° Anniversario Unità d'Italia

aspochioggia
17/03/2011

Il 17 marzo 2011 è stata riconosciuta quale giornata commemorativa e allo stesso tempo celebrativa per il 150° anniversario dell’unità italiana. Numerosissime saranno le città italiane che celebreranno tale ricorrenza con svariate manifestazioni che spazieranno dall’ambito culturale a quello sociale, a cominciare dalla capitale che per l’occasione ha indetto la Notte Tricolore.



La Città di Chioggia, che nel periodo risorgimentale e nel particolare in quello dell’unificazione italiana, ha ricoperto in talune circostanze, come testimoniato dalla scritta lapidaria che orgogliosa si erge sulla facciata del Municipio - “In mezzo a Voi mi sento come a casa mia”  G. Garibaldi - il ruolo di protagonista che l’ha vista dare ospitalità a prestigiosissime figure di rilievo di tale periodo storico, come appunto lo stesso Garibaldi, ma anche Cavour e Mazzini, simbolo di una città promotrice e attiva nel percorso unificatore.

Come poter non ricordare a tal proposito la storica ed eroica figura di Giuseppe Marchetti, nativo proprio di Chioggia, “componente e soldato” della celebre spedizione dei 1000, ragazzo che seppur di giovanissima età, solamente 10 anni e 6 mesi, mosso da quell’ideale di patria e onore per la propria nazione, scelse di imbracciare il fucile e difendere tali valori anche a rischio della morte, portando a compimento la sua missione senza esitare, anche a costo di compiere l’estremo sacrificio. Così come furono i tipici bragossi chioggiotti a trarre in salvo successivamente lo stesso Garibaldi in fuga da Ravenna, tematiche queste oggetto delle tantissime attività in programma per l’edizione 2011 dell’evento “Ottobre Blu”.

Per questi sentimenti di prestigioso orgoglio concittadino unitamente a quei sentimenti nazionali di unione e fratellanza tra tutti i cittadini italiani, l’Azienda Speciale per il Porto di Chioggia è lieta di poter augurare ai cittadini italiani e all’intera nazione un… "Buon 150° Anniversario Italia"
Consegna Attestati Di Benemerenza Ottobre Blu 2011

Aspo chioggia
31/01/2011

Lo scorso 31 gennaio alle ore 17.00 presso la “Sala Convegni” dell’Azienda Speciale per il Porto di Chioggia, si è svolta la cerimonia di consegna degli attestati di benemerenza per la partecipazione all’edizione 2010 dell’evento “OTTOBRE Blu”.


La cerimonia, presieduta dal Direttore dell’Aspo Capitano Oscar Nalesso e moderata dall’addetto stampa Enrico Bellinelli, ha visto quali ospiti d’onore il Capitano di Fregata (CP) Andrea Conte Comandante della Capitaneria di Porto di Chioggia, il Sindaco di Rosolina Dott. Luciano Mengoli e il delegato A.N.M.I. Alessandro Mazzolo, i quali hanno partecipato in prima persona alla consegna degli attestati alle Associazioni di Categoria nonché alle persone che hanno contribuito in modo attivo alla manifestazione favorendone l’ottima riuscita.

Dopo il benvenuti iniziale rivolto dal Direttore dell’Aspo alle più di cento persone che hanno gremito la sala per l’occasione, lo stesso ha aggiunto: “La nostra avventura è iniziata in sordina nel 2009 con la cerimonia di consegna della bandiera di combattimento  al sommergibile Todaro, un evento che ci ha dato una visibilità inaspettata e che ci ha permesso di navigare a vele spiegate verso la seconda edizione di OTTOBRE Blu che ha visto la Nave Vespucci presente nel nostro porto… un sogno, che come l’ho definito in occasione della serata di chiusura della manifestazione lo scorso ottobre, ma come sappiamo tutti, se esiste la volontà e la giusta determinazione, spesso i sogni si avverano!”.

Parole susseguite dalla presentazione ufficiale e la relativa proiezione, del filmato creato per sintetizzare e onorare nel migliore dei modi la manifestazione; circa venti minuti di excursus sulla kermesse degli oltre 50 eventi in programma, i quali hanno evidenziato la volontà e la ferma determinazione della A.S.Po. di voler proiettare lo scalo clodiense quale futuro polo commerciale e turistico per la Città di Chioggia e più ampiamente per l’intero Alto Adriatico.

Al termine della proiezione, inoltre, è avvenuta la presentazione dell’ultima fatica del Maestro Allan O’MILL, presidente dei Pittori di Marina, (olio su tela di 2m per 1,50 m) voluta dall’Aspo quale momento celebrativo in occasione dell’ingresso in Porto della Nave Amerigo Vespucci lo scorso 22 ottobre. Allo scivolare del drappo in seta rosso posto sull’opera, un applauso scrosciante si è alzato nella sala accompagnato dalle parole dell’autore: “sono lusingato e al tempo stesso onorato di essere stato scelto per la realizzazione di questa opera così importante e unica nel suo genere, raffigurante un momento indelebile per la Città di Chioggia  e il suo porto, che rimarrà impresso nella memoria di tutti”.

Prima della conclusione l’Aspo ha voluto celebrare, inoltre, la consegna delle borse di studio ai vincitori del concorso “Vela, vento e colore” indetto nell’ambito della manifestazione OTTOBRE Blu 2010, suddiviso rispettivamente nelle tre sezioni:

1) Poesia

 -          1° classificato Stefano Garbin scuola P.Amedeo;
-          2° classificato Chiara Penzo scuola M. Chereghin;
-          3° classificato Ilaria Spagno scuola Don Milani ;
e su segnalazione Riccardo Penzo scuola M.Chereghin.

2) Elaborati grafico pittorici
 -          1° classificato Eleonora Marcon  scuola Pascoli Galilei;
-          2° classificato Alvise Renier scuola Pellico sez. Olivi;
-          3° classificato Anna Fiorentin scuola Pellico sez. Olivi.

3) Fotografia
 -          1° classificato Andrea Carrisi ITCS Domenico Cestari;
 -          2° classificato Andrea Tiozzo Pagio Istituto Giorgio Cini;
 -          3° classificato Kim Magnago ITCS Domenico Cestari;

Dopo la consegna degli attestati, oggetto della parte conclusiva dell’incontro, il Direttore Oscar Nalesso ha aggiunto: “Ottobre blu si ripeterà. Lo sforzo organizzativo è stato riconosciuto anche dall’Ammiraglio Bruno Branciforte, Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, in occasione di un incontro a Roma lo scorso dicembre. Il comitato organizzatore è già al lavoro per la terza edizione che avrà come tema, quest’anno, Fomarmazione, Etica e Comando”

Per l'occasione la società Foto Lux, una tra le colloboratrici principali dell'Aspo per il successo dell'evento "Ottobre Blu", ha realizzato un video della serata.

 
A Chioggia il più grande trasporto fluviale

18/01/2011
Un'operazione unica in Italia, la movimentazione dei cinque reattori della Belleli Energy di Mantova (Gruppo Exterran) destinati a un impianto di raffinazione di idrocarburi in Qatar. Il trasporto su chiatta fluviale da Mantova a Chioggia e la movimentazione da chiatta fluviale a chiatta oceanica effettuata sulle banchine dello scalo clodiense di Val Da Rio apre nuovi mercati per le aziende italiane ad alta specializzazione nel settore della lavorazione o estrazione di idrocarburi e, nel contempo, rende pienamente operativo lo scalo intermodale fluvio-marittimo di Chioggia.

Con questo trasporto si sono toccati i limiti strutturali della navigazione fluviale in Italia, per larghezza delle conche e per altezza dei ponti. Ma la riuscita del trasporto di questi reattori è stata determinante per aggiudicarsi la commessa. È un segnale importante per le aziende che non si troveranno costrette a delocalizzare per competere sul piano dei costi e dei trasporti». I primi quattro pezzi da 975 tonnellate ciascuno e il pezzo da 1.300 tonnellate sono ora in attesa di essere trasportati a Marghera, dove venerdì 21 una nave oceanica li caricherà a bordo per fare rotta verso il Qatar. Si tratta, infatti, di reattori destinati a un impianto di raffinazione del petrolio.

Si tratta di operazioni che non sarebbero possibili in nessun altro porto italiano. Una volta completato l'allargamento delle conche di Brondolo, col passaggio in Classe V, questo tipo di trasporti diverrà sempre più frequente verso Chioggia e Venezia. «Il traffico fluviale – conclude Oscar Nalesso, direttore dell'A.S.Po. - è la caratteristica del Porto di Chioggia, che è lo sbocco naturale di questa navigazione. È un'attività che non solo va a decentrare il traffico su strada, ma che in questo caso era possibile solo per via fluviale».

Per realizzare questo trasbordo da chiatta fluviale a chiatta oceanica, la Fagioli ha studiato un sistema con martinetti per sollevare un peso di 1.300 tonnellate. La gru è modulare e può essere smontata e reimpiegata per altri sollevamenti. Il trasporto via chiatta ha impiegato circa 36 ore per collo da Mantova a Chioggia, lungo il fiume Mincio, attraverso la conca di San Leone per immettersi nel canale Fissero-Tartaro attraverso le conche di Travenzuolo, Torretta Veneta, Candia, Bussari e Baricetta per immettersi poi nel tratto Po-Brondolo sino alle conche di Cavanella d'Adige e Brondolo. Se si tiene conto che di notte il canale rimane chiuso, le 36 ore rappresentano una tempistica sicuramente competitiva anche per trasporti eccezionali come questi. Così come veloce e reattiva è stata la risposta del Porto di Chioggia alle necessità della Belleli Energy (già cliente del Porto di Chioggia), dato che dai primi contatti al primo sollevamento è trascorso un mese e mezzo circa.
OTTOBRE blu 2010

26/10/2010
ULTIMA CHIAMATA PER SALIRE A BORDO DELLA "VESPUCCI"

Nel pomeriggio di oggi, martedì 26, dalle 15:00 alle 19:00 ultime visite guidate a bordo di Nave "Vespucci", che lascerà il Porto di Chioggia domattina.
OTTOBRE blu 2010

25/10/2010
CONTINUANO FINO A DOMANI LE VISITE A BORDO DEL "VESPUCCI"

Le visite a bordo aperte al pubblico di oggi: dalle 14:30 alle 18:30

Ore 19:00 Conferenza su temi finanziari
con Stefano Conti (Azimuth Consulenza Sim)
Ingresso libero
Sala Cristallo

Banchina Est di Isola Saloni
 
OTTOBRE blu 2010

24/10/2010
TUTTI GLI EVENTI DI DOMENICA 24

Visite al pubblico su Nave "Amerigo Vespucci" di domenica 24: dalle ore 16:00 alle ore 19:00 e dalle ore 20:30 alle ore 22:30
Banchina Ovest di Isola Saloni

Ultimo giorno di apertura della Cittadella del mare (Campo Duomo a Chioggia) con le mostre temporanee su Agostino Straulino e la collezione privata di foto di Maurizio Varagnolo che trascorse il suo servizio di leva a bordo della "Vespucci" proprio durante il periodo di comando di Agostino Straulino. All'interno anche lo stand della città di Lussino con cui Chioggia ha avviato il gemellaggio. Dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 19:00
Campo Duomo
Ingresso libero

Ultimo giorno di apertura, inoltre, della mostra dedicata alla splendida collezione in prestito dal Museo Marittimo di Barcellona con la Mappa di Juan de la Cosa, il primo mappamondo disegnato da un cartografo con la costa del "Nuovo Mondo" nel 1500. All'interno della Chiesa della SS Trinità, inoltre anche la mostra personale del maestro Allan O'Mill, pittore di Marina. Dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 19:00
Piazzetta XX Settembre
Ingresso libero

Ore 10:00 Drifting Show sui piazzali esterni  con la auto elaborate lanciate sulle gimkane in continua derapata
Val da Rio

Ore 10:45 Lancio di paracadutisti su piazzetta Vigo
 
Centro storico di Chioggia

Ore 11:00 Regata MMSS delle Darsene di Chioggia
Le darsene che per tradizione ospitano le barche a vela si sfidano sui 10 metri The One Design: Mosella, Montecarlo, San Felice, Sporting Club Le Saline
Bacino di Vigo
Evento visibile al pubblico
(anche dal molo di Isola Saloni)

Ore 20:00 Serata Ottobre blu
Presso la "Sala Cristallo", la tensostruttura riscaldata allestita sulla banchina Est del molo di Isola Saloni, Matilde Brandi presenta in una serata di intrattenimento tutti i vincitori degli eventi sportivi. La bellissima showgirl ripercorrerà le tappe salienti di questa edizione di Ottobre blu assieme ai suoi protagonisti che hanno, tutti, perseverato nella splendida impresa di portare l'Amerigo Vespucci nel Porto di Chioggia.
Isola Saloni, banchina Est
Ingresso libero sino a esaurimento posti
 
OTTOBRE blu 2010

23/10/2010
TUTTI GLI EVENTI DI SABATO 23 OTTOBRE

Visite al pubblico su Nave "Vespucci" di oggi: dalle 15:00 alle 18:30
Cittadella del mare: stand della Città di Lussino, mostra su Agostino Straulino: dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 19:00 (Campo Duomo)
Mostra temporanea del Museo Marittimo di Barcellona: dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 19:00 (Chiesa della SS. Trinità, Piazzetta XX Settembre)
Stand dell'associazione di velisti su barche d'epoca I Venturieri (sino al tramonto, presso la banchina Est di Isola Saloni)


Ore 10:00 Drifting Show
Subaru, BMW e Nissan preparate per i circuiti veloci si sfidano in uno show spettacolare e adrenalinico: giri veloci su asfalto in continuo derapage. Il circuito è stato ricavato nel piazzale tra la palazzina direzionale dell'A.S.Po. e il varco doganale di Val da Rio secondo severe norme di sicurezza per permettere al pubblico di seguire i giri veloci. Alla guida: Federico Sceriffo (DK17 di Milano), Juri Bianchi (campione italiano di specialità) e Monica Burigo (campionessa italiana). Al termine dell'esibizione il pubblico potrà provare il "taxi drift" indossando l'atrezzatura di protezione per farsi guidare in un'esperienza emozionante con gli assi del volante.
Piazzali del Porto di Val da Rio
Ingresso libero

Ore 10:00 Trofeo "Todaro" di Tiro al Volo
Seconda edizione del trofeo di Tiro al Volo, uno degli sport tradizionali della Marina Militare.
Nel poligono di tiro "La Panoramica" Lova di Campagna Lupia (Venezia)
Ingresso libero

Ore 11:00 Regata Big
Su scafi da 10 metri per regate d'altura, Mauro Pelaschier, Dodo Gorla e Cino Ricci sfidano l'equipaggio dell'A.S.Po. guidato da Enrico Zennaro, promessa della vela italiana.
Bacino di Vigo, centro storico di Chioggia
Evento visibile al pubblico

Ore 11:00 Conferenza "Straulino mago del vento"
Giuliano Gallo, inviato di guerra del Corriere della Sera e velista, ripercorre la vita e la carriera sportiva del più grande velista italiano di tutti i tempi: Agostino Straulino. All'ammiraglio Straulino è dedicata una mostra temporanea nella chiesa di San Martino in Campo Duomo a Chioggia (orari 10:00 - 13:00 e 15:00 - 19:00, sino a domenica).
Sala Cristallo, banchina "Marinai d'Italia" (banchina Est) di Isola Saloni
Ingresso libero

Ore 15:00 Regata Centenario
Pensata per omaggiare i 100 anni del Porto di Chioggia, vedrà gareggiare la squadra velica della Marina Militare contro i due primi classificati dei Big e il team del Porto di Chioggia.
Bacino di Vigo, centro storico di Chioggia
Evento visibile al pubblico

Ore 16:00 Lo sviluppo della nautica a Chioggia
Intervengono: Carlo Alberto Tesserin (Consigliere regionale del Veneto), Massimiliano Malaspina (Assessore alle Attività produttive della Provincia di Venezia), Lucio Gianni (Assessore al Turismo della Città di Chioggia), Maurizio Salvagno (Consigliere comunale della Città di Chioggia), Marino Masiero (Presidente dell'associazione Slow Lagoon), Leonardo Ranieri (Presidente del consorzio di promozione turistica Con Chioggia Si), Gianni Boscolo Moretto (Presidente Chioggia Yacht Group, Marine Associate), Lucio Carisi (Presidente dell'Apt Ambito di Chioggia), Renzo Voltolina (Segretario della Confartigianato di Chioggia). Modera: Enrico Bellinelli, giornalista freelance.
Sede A.S.Po., Sala Ovest al pianterreno
Ingresso libero

Ore 18:00 Premio letterario Città di Chioggia
Seconda edizione del premio letterario per opere inedite, in prosa e in versi, che abbiano per argomento la Città di Chioggia. Padrino dell'edizione 2010 è Alberto Toso Fei.
Sede dell'A.S.Po., Sala Ovest al pianterreno
Ingresso libero

Ore 18:00 Gran Ballo Ottocentesco della Società di Danza di Ancona
Sulla banchina d'ormeggio di Nave "Vespucci", per uno strano gioco spazio-tempo, appariranno dame in crinolina e cavalieri in frac, per ballare quadriglie, mazurke, marce e naturalmente il sempre affascinante e inebriante valzer viennese. Verso il tramonto la banchina si trasformerà in un salone della Parigi del Secondo Impero, oppure forse in un palazzo della Vienna di Francesco Giuseppe, ma anche, volendo, nella “house” di un duca londinese in piena epoca vittoriana. Agli spettatori basterà chiudere gli occhi e scegliere e non farà nessuna differenza, perché la musica e le danze, in una Europa di metà '800 agitata dalle guerre e dai moti insurrezionali per l’unità italiana, dilaniata dalle rivalità fra le grandi potenze, sono identiche ovunque. Dal tacco dello stivale, fino alla punta dello Jutland e anche oltre fino alle brughiere inglesi. La cultura musicale e l’amore per il ballo, che non è una prova di resistenza fisica ma un esercizio alle relazioni sociali, uniscono oltre le lingue e le frontiere. I saloni delle feste sono luoghi di divertimento, ma anche spazi di incontro dove transitano comprese quelle risorgimentali. La Società di Danza-circolo di Ancona, associazione nata a Bologna nel 1991 e da allora diffusa in tutta Italia con circoli che organizzano corsi, stage, balli e feste, animerà questo straordinario salto nel passato. Gran cerimoniere dell’ evento, il professor Roberto Lodi che, come in uso all’epoca, “chiamerà” le danze, guidando cavalieri e dame nella sequenza delle figure e nelle evoluzioni.
OTTOBRE blu 2010

22/10/2010
VENERDÌ 22, NAVE “VESPUCCI” ENTRA IN PORTO A CHIOGGIA

Ore 9:30 L'Amerigo Vespucci, la nave scuola della Marina Militare Italiana, ambasciatrice e simbolo stesso della tradizione marinaresca nazionale, il veliero più bello e famoso nel mondo, entra nel Porto di Chioggia. Moltissime le imbarcazioni private che accompagneranno in corteo la “Vespucci” dal suo ingresso nella bocca di porto alle banchine di Isola Saloni. Lancioni, pescherecci, yacht e naturalmente le tante barche a vela ospiti a Chioggia, le barche d'epoca dell'associazione I Venturieri, pronti a omaggiare la bellezza unica del veliero su cui si formano i cadetti dell'Accademia Navale di Livorno.

Con l'arrivo di Nave “Vespucci”, OTTOBRE blu 2010 entra così nel vivo della festa dedicata alla vela, al vento e al colore. Se nel 2009 la prima edizione fu dedicata a Salvatore Todaro e al sommergibile che oggi ne porta il nome e che proprio a Chioggia ricevette la Bandiera di Combattimento, quest'anno alla presenza del Vespucci si è scelto di abbinare il ricordo di Agostino Straulino, il più grande dei velisti italiani, che della nave scuola fu leggendario comandante. Sino a domenica 24 nella ex chiesa di San Martino in campo Duomo a Chioggia è aperta una mostra iconografica dedicata al “signore del vento” più volte campione del mondo e olimpionico di vela. Sabato 23, alle ore 11, inoltre, Giuliano Gallo (inviato del Corriere della Sera) terrà una conferenza su Straulino, presso la "Sala Cristallo" allestita sulla banchina d'ormeggio del Vespucci (Banchina Ovest di Isola Saloni).

Durante i giorni di permanenza* nel Porto di Chioggia, sarà possibile visitare Nave “Vespucci” in questi orari**:

sabato 23 dalle 15:00 alle 18:30

domenica 24 dalle 16:00 alle 19:00 e dalle 20:30 alle 22:30

lunedì 25 dalle 14:30 alle 18:30

martedì 26 dalle 15:00 alle 19:00

*Per tutto il periodo di sosta del “Vespucci” a Chioggia, sarà presente in banchina un autobus espositivo della Marina Militare dove il pubblico potrà trovare materiale informativo sulle prospettive di lavoro in Marina Militare.
**Modalità e durata del tour a bordo sono a discrezione del Comando della Nave.

CONCERTO IN CATTEDRALE IN ONORE DELLE MARINE DEL MEDITERRANEO

Ore 20:30
Nella Cattedrale di Santa Maria Assunta, il Duomo di Chioggia, concerto del grande pianista spagnolo Enrique Perez de Guzman in onore delle Marine del Mediterraneo. Guzman è uno tra i maggiori interpreti pianistici del panorama classico internazionale. Di origini madrilene, il maestro vive da oltre dieci anni a Venezia. Viaggia in vari paesi eseguendo incisioni, concerti e Recital per i più importanti teatri, rappresentanze diplomatiche e Festival internazionali.

Per il concerto, Perez de Guzman sarà accompagnato dall'Orchestra della Filarmonia Veneta, che per il suo trentesimo compleanno ha scelto un nome nuovo: Orchestra Regionale Veneta. La compagine costituisce uno dei più importanti poli lirico-sinfonici del Veneto, riconosciuta su scala nazionale grazie alle sue decennali collaborazioni con i principali teatri di tradizione italiani e le più qualificate istituzioni culturali, pubbliche e private, in Italia e all’estero. Assieme all'Orchestra, il pubblico troverà nell'abside del Duomo di Chioggia il “Chorus” di Verona, gruppo corale e strumentale diretto da Carlo Bennati. Il gruppo è attualmente composto da cinquanta coristi e, all'occorrenza, da cinque strumentisti.

Dirigerà l'Orchestra e il Coro, il maestro Josè Miguel Maschietto. Diplomato al Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano, il giovane concertista e direttore d’Orchestra ha studiato pianoforte sotto la guida di Maurizio Pollini e personalità di spicco del panorama musicale. Sta raggiungendo fama internazionale in qualità di direttore d’orchestra, dopo un periodo al teatro La Scala come direttore d’orchestra è oggi stabile dell’Opera di Stato di Praga.

Programma Felix Mendelssohn The Ebrides Ouverture Op. 26; Ludwing van Beethoven Piano concerto N° 5 Op. 73" L'Imperatore"; Giuseppe Verdi Nabucco “Va', Pensiero”; Piero Mascagni da Cavalleria Rusticana: "Intermezzo"; Bendrich Smetana Op. Sinfonica Mà Vlast – II movimento- Vltava.

Al termine del Concerto, verrà consegnato al Capo di Stato Maggiore della Marina, ammiraglio Bruno Branciforte, il premio “Galea d'Oro” pensato per le figure che abbiano favorito lo sviluppo di nuove rotte commerciali del Porto di Chioggia o che abbiano permesso l'ingresso in porto di navi prestigiose che ne accrescano l'immagine.
OTTOBRE blu 2010

21/10/2010

GLI EVENTI DI GIOVEDÌ 21 OTTOBRE

Ore 17:30 Presentazione del libro di Dino Memmo Chioggia e le sculture marinare (Grafiche Tiozzo, 2010).
In 240 pagine Memmo ripercorre le decorazioni plastiche su timoni, specchi di prua, "peneli", occhi di cubia delle antiche imbarcazioni da lavoro come bragozzi, burchi, tartane e trabaccoli. Si tratta del naturale completamento di un precedente lavoro di Memmo sulle decorazioni pittoriche delle barche da lavoro d'epoca, soprattutto su vele e scafi. L'argomento è stato finora poco trattato, e l'Autore completa così un percorso di ricostruzione delle tradizioni e del folklore marinareschi. Un lavoro certosino di riproduzioni firmate dallo stesso Memmo su stampe d'epoca, "tolèle" e soprattutto sulla memoria storica degli ultimi pescatori che hanno lavorato sulle barche spinte dalle vele.  
Presenta Cinzio Gibin
Auditorium san Nicolò, calle san Nicolò, Chioggia
Ingresso libero


Ore 19:00 Presentazione della riproduzione anastatica del libro Fasi lunari e maree di Jacopo Dondi.
Si tratta della riproduzione (e traduzione) del manoscritto “Tractatus de Fluxu et Refluxu Maris” conservato nella Biblioteca Ambrosiana, che viene così reso pienamente fruibile da studiosi e cultori. Jacopo Dondi è stato un medico, astronomo e orologiaio italiano. Nato a Chioggia da un medico di nome Isacco, cominciò presto ad esercitare anch'egli la medicina, prima a Chioggia e poi a Padova, nella cui Università divenne anche professore di medicina e di astronomia. Nel trattato sulle maree, Dondi spiega le variazioni delle maree lungo il ciclo lunare con il diverso combinarsi delle azioni del Sole e della Luna, che tendono entrambi ad alzare il livello delle acque nella propria direzione ed in quella opposta. Dondi afferma che tra le due azioni la più potente è quella della Luna.
Intervengono: Mons. Vincenzo Tosello, direttore del settimanale diocesano Nuova Scintilla, Cinzio Gibin, Marisa Addomine, presidente del Registro italiano degli orologi da torre.
Sala del Consiglio comunale, Municipio di Chioggia
Ingresso libero

Si ricorda inoltre che la mostra temporanea su Agostino Straulino (Chiesetta di San Martino, Campo Duomo a Chioggia) e la mostra dedicata ai portolani del 1500 e alla splendida Mappa di Juan de la Cosa, primo mappamondo disegnato (Chiesa della SS. Trinità, piazzetta XX Settembre), continuano sino a domenica 24 con i seguenti orari: dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19.

OTTOBRE blu 2010

© Davide Galli
20/10/2010
TUTTI GLI EVENTI DI MERCOLEDÌ 20 OTTOBRE

Ore 10:00 Esercitazione di salvataggio in mare
Dimostrazione basata sulle tecniche di intervento e salvataggio della Guardia Costiera. In particolare saranno illustrate le operazioni di recupero di un naufrago e il rimorchio di una imbarcazione in difficoltà. Parteciperanno i mezzi e le unità SAR (Search and Rescue) della Capitaneria di Porto di Chioggia. Al termine sarà possibile effettuare una visita a bordo delle unità e assistere a una breve conferenza esplicativa.
Banchine di Isola Saloni
Evento aperto al pubblico

Ore 16:00 La Marina Militare e lo sport
Si torna a parlare della centralità dello sport con una particolare declinazione. Il Capitano di Vascello Bruno Puzone Bifulco (comandante del Distaccamento della Marina Militare di Napoli), Stefano Lanfranco (presidente della Onlus "Life") e l'avvocato chioggiotto Daniele Grasso interverranno sul tema "Il ruolo della Marina Militare nella formazione dei giovani per lo sport velico e nel recupero dei giovani disadattati".
Sede A.S.Po., Sala Ovest a pianterreno
Ingresso libero

Ore 20:00 I cento anni del Porto
Presentazione del libro 100 anni del Porto di Chioggia. Dalle dighe foranee al terminal intermodale di Val Da Rio. I contributi di Sergio Perini, Sergio Ravagnan, Luigi Tomaz e Giorgio Vianello ricostruiscono la storia del Porto clodiense: dopo una parte introduttiva che ne ricostruisce la storia antica, il focus passa alla posa dei primi massi di pietra d'Istria nel 1910 sino alla specializzazione come terminal intermodale realizzato in Val Da Rio dall'Azienda Speciale per il Porto di Chioggia, che lo ha collegato al contesto infrastrutturale del Veneto e del Nordest. Particolarmente ricca la parte iconografica, con molte immagini inedite provenienti da archivi privati.
Sede A.S.Po., sala Ovest al pianterreno
Ingresso libero 

Si ricorda inoltre che le mostra temporanea su Agostino Straulino (Chiesetta di San Martino, Campo Duomo a Chioggia) e la mostra dedicata ai portolani del 1500 e alla splendida Mappa di Juan de la Cosa, primo mappamondo disegnato (Chiesa della SS. Trinità, piazzetta XX Settembre), continuano sino a domenica 24 con i seguenti orari: dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19.
OTTOBRE blu 2010

19/10/2010
MARTEDÌ 19, LE CONFERENZE NELLA SEDE DELL'A.S.Po.

Ore 16:00 La Capitaneria di Porto di Chioggia organizza una tavola rotonda sulla "Sicurezza sulla nautica da diporto". Chioggia ospita attualmente circa tremila posti barca e ha predisposto piani di ampliamento per le darsene esistenti e di sviluppo in aree non ancora interessate da questi insediamenti turistici. La questione "sicurezza" diventa perciò prioritaria anche alla luce dell’incremento del traffico diportistico, come anche sottolineato nel corso dell’ultima edizione del Salone Nautico di Genova dallo stesso Ministro dei Trasporti. La Capitaneria di Porto è chiamata ad assicurare la corretta osservazione delle norme di navigazione e di sicurezza. Fa il punto della situazione a livello nazionale il Capitano di Vascello (CP) Vittorio Alessandro, Capo Ufficio Relazione Esterne del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto ed il Comandante della Capitaneria di Chioggia Capitano di Fregata Andrea Conte, che illustrerà un resoconto dell’attività di soccorso e polizia marittima svolta dagli uomini e mezzi della Guardia Costiera di Chioggia.
Sede A.S.Po., Sala Ovest a pianterreno
Incontro aperto al pubblico

Ore 19:00 Allan O'Mill terrà una conferenza su "La pittura di Marina". Nato a Neuquén, in Argentina, nel 1946, O'Mill vive e lavora a Recanati. Nel 1998 ha ricevuto dal Capo di Stato Maggiore la prestigiosa nomina “Pittore Ufficiale della Marina Militare Italiana”. Durante le esercitazioni “Dynamic Mix 2000” nel Mediterraneo è stato imbarcato sull’incrociatore Porta aeromobili “Giuseppe Garibaldi”. Nel 2001, in occasione della Campagna Navale in Sudamerica del Caccia lanciamissili “Francesco Mimbelli” e in concomitanza con la visita del Presidente della Repubblica Italiana, a bordo della nave si è allestita una mostra delle sue opere. Nel 2003 fu nominato da una giuria internazionale sotto la presidenza del Principe Alberto di Monaco "Peintre Officiel du Yacht Club de Monaco". Come editore ha curato le stampe litografiche commemorative in edizione limitata del 75 Anniversario dell'Aeronautica Militare Italiana da dodici opere sue e stampe celebrative per la Marina Militare Italiana.
Sede A.S.Po., Sala Ovest a pianterreno
Incontro aperto al pubblico
OTTOBRE blu 2010

18/10/2010

LA DATA CRUCIALE PER LA MARINA MILITARE

 

“LA MARINA MILITARE ATTRAVERSO L’8 SETTEMBRE 1943 – Il senso dell’onore tra dimensione storica e dimensione retorica” di Concetta Riccottilli (Il Poligrafo 2007)

La vicenda della Marina militare viene riletta e affrontata attraverso una ricostruzione accurata che, in queste pagine, si sofferma su episodi e valenze particolari di uno dei momenti cruciali della storia d’Italia contemporanea: l’8 settembre 1943. Una serie di interrogativi fa da cornice al lavoro di ricerca compiuto dall’autrice intorno alle scelte dolorose e alle lacerazioni che segnarono questa fase tragica e convulsa della storia nazionale, a partire dall’alternativa che si poneva subito dopo l’armistizio: seguire la fuga del re a Brindisi e aderire al regno del Sud o cercare una sorta di riscatto nella fatiscente Repubblica Sociale Italiana? E ancora: quali furono le peculiarità della Marina Militare durante il conflitto? E’ possibile sostenere una sua sostanziale “apoliticità”? In che cosa consistono, oggi, nozioni come “diritto” ed “etica” nell’ambito delle istituzioni militari?

Il volume fornisce una inedita chiave di lettura degli eventi per comprendere il comportamento delle gerarchie militari al momento dell’armistizio: il senso d’onore. 

CONCETTA RICOTTILLI (Roma 1978) si è laureata in Storia presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia ed è attualmente docente di materie letterarie.

 

presentano il libro:

 

CLAUDIO POVOLO Dipartimento di Studi Storici – Università Ca’ Foscari Venezia

ELIO SANDRONI guardiamarina di 23 anni allo scoppio della Seconda Guerra mondiale, oggi un contrammiraglio novantenne in pensione. Sandroni prese parte alla prima e ultima missione del sommergibile Macallè, perduto nel Mar Rosso pochi giorni dopo l’entrata in guerra: percorrendo quasi 200 miglia su un canotto a remi con tre bottiglie d’acqua, salvò i suoi compagni naufragati su un isolotto. Poi passò sul sommergibile Perla, sempre di stanza nell’Africa orientale italiana, e fece il bis: caduto l’Impero, il Perla braccato dai nemici riuscì a salvarsi circumnavigando l’Africa fino alla base di Bordeaux. 

 

Ore 20:00, Sede A.S.Po. Val Da Rio

Info: 041/491199

OTTOBRE blu 2010

© Lux Photo /A.S.Po. 2010

 

17/10/2010

VISITE SU NAVE "SAN GIUSTO"

 Ultimo giorno, domenica 17, per visitare Nave "San Giusto" dalle 15 alle 18. Si ricorda che i visitatori vengono divisi in piccoli gruppi per facilitarne lo spostamento all'interno della Nave. Si raccomanda di evitare suole scivolose per i signori e i tacchi per le signore. Nave "San Giusto" lascerà il Porto di Chioggia lunedì nel pomeriggio.


OTTOBRE blu 2010

© Davide Galli

17/10/2010
TUTTI GLI EVENTI DI OGGI, DOMENICA 17 OTTOBRE

Ore 9:30 La Asd Canoa Kayak Chioggia vara il suo "Dragon Boat"
Ottobre blu 2010, che pure è dedicato alla vela, scopre il remo. Viene accolto nel calendario della kermesse dedicata al mare, il varo del “Dragon Boat” della ASD Canoa Kayak Chioggia: una nuova imbarcazione di circa 12 metri e mezzo, larga poco più di un metro, spinta dalle pagaiate di 20 rematori, al ritmo di un tamburino e sotto la guida di un timoniere. La barca è chiaramente di derivazione cinese, non solo per il nome ma anche per la timoneria che consiste in un remo di poco più lungo di quelli da voga. Da qualche anno vengono disputare gare europee con questo sistema di voga molto competitivo, veloce e spettacolare. Il CKC ha 76 iscritti, e vanta un campione regionale di K1, categoria Master D: Vanni Bertotto.
Presso la sede del CKC, Borgo San Giovanni
Info: 366/3906256
Evento aperto al pubblico

Ore 10:00 Regata CAAP EVENTO ANNULLATO CAUSA CONDIMETEO
Commercianti, artigiani, agricoltori e porto. Gli equipaggi della Confcommercio, Confartigianato, di Chioggia Ortomercato del Veneto e del Porto di Chioggia si sfidano in una inedita regata dei settori produttivi della Città.
A seguire: Regata Todaro
I ragazzi del Circolo Nautico di Chioggia gareggiano su Optimist
Bacino di Vigo, centro storico di Chioggia
Evento visibile dal pubblico

Ore 11:00 Messa
Santa Messa celebrata da padre Manuel Paganuzzi, cappellano della Scuola Navale Militare “F. Morosini”. Al termine della funzione religiosa, seguirà un breve concerto della Banda della Marina Militare.
A bordo di Nave “San Giusto” all'ormeggio di Isola Saloni
Su invito

Ore 15:00 Regata Delta EVENTO ANNULLATO CAUSA CONDIMETEO
Gli equipaggi dei comuni del Delta: Rosolina, Porto Viro e Porto Tolle (che rientrano nel Compartimento Marittimo di Chioggia) sfidano il team del Porto di Chioggia.
Bacino di Vigo, centro storico di Chioggia
Evento visibile al pubblico

Ore 15:00 Nave "San Giusto" aperta al pubblico
Ultima visita guidata aperta al pubblico a bordo della nave da assalto anfibio: dalle 15 alle 18.
Banchina Ovest di Isola Saloni

Ore 20:00 Spettacolo teatrale
Il Teatronovo presenta: “La locandiera”, di Carlo Goldoni.
A bordo di Nave “San Giusto” all'ormeggio di Isola Saloni
Su invito

OTTOBRE blu 2010

© Davide Galli

 

16/10/2010

SABATO 16, LE REGATE E IL CONCERTO DELLA BANDA DELLA MARINA MILITARE IN AUDITORIUM SAN NICOLÒ

ore 10:00 Regata FIV – Golfo di Venezia

Regata dei circoli nautici associati alla Federazione Italiana Vela. Sul campo di regata in laguna: il Circolo Nautico di Chioggia, il Treviso Yacht Club, il Porto di Mare di Padova, la Compagnia della Vela di Venezia.

Partenza e arrivo di fronte al bacino di Vigo, in centro storico a Chioggia

Evento visibile al pubblico

 

ore 15:00 Regata LNI – San Giusto

Regata delle sezioni della Lega Navale Italiana di: Chioggia, Venezia, Treviso e Padova.

Partenza e arrivo di fronte al bacino di Vigo, in centro storico a Chioggia

Evento visibile al pubblico

 

 

ore 18:00 Concerto della Banda della Marina Militare

LA BANDA IN BLUES

 

Gli ottanta elementi della Banda della Marina, diretti dal Maestro Capitano di Fregata Antonio Barbagallo, offrono alla Città un concerto con musiche di: Michele Novaro, Goffredo Mameli “Il canto degli italiani. Inno Nazionale Italiano”; Autori vari “Sinatra in Concert” (Arrangiamento di Jerry Novak); Leonard Bernstein “West Side Story” (Arrangiamento di Naohiro Iwai); Autori vari “Santana a Portrait” (Arrangiamento di Giancarlo Gazzani); Astor Piazzolla “Oblivion” (Arrangiamento di Lorenzo Pusceddu), ospite alla fisarmonica la giovane artista italiana Saria Convertino; Autori vari “Benny Goodman Memories” (Arrangiamento di Naohiro Iwai); Renato Carosone “Carosone Story” (Arrangiamento Karim); Tommaso Mario “La Ritirata”.

Auditorium san Nicolò. Calle san Nicolò

Ingresso libero

OTTOBRE blu 2010

 

© Davide Galli

 

15/10/2010

 

TUTTI GLI EVENTI DI VENERDÌ 15

  

Ore 15:00 Regata Terminal

 Prima di una serie di 12 regate: le imprese che operano nello scalo portuale di Val Da Rio veleggiano contro il team del Porto di Chioggia sugli scafi da 10 metri "The One Design" progettati da Andrej Justin. Partenza e arrivo sul bacino davanti piazzetta Vigo

Evento visibile al pubblico

 

Ore 15:00 Trofeo di scherma "Sciabola d'Oro" 2010

 

Sul ponte hangar di Nave "San Giusto" viene allestita la pedana per gli schermidori del Circolo Scherma di Mestre "Livio Di Rosa". Sei ragazze della categoria cadette (dai 15 ai 17 anni) e due ragazzi categoria giovani (18 anni) daranno dimostrazione di una disciplina sportiva che fa parte della tradizione della Marina Militare. Il Circolo Livio Di Rosa è stato la scuola di atleti olimpionici come Fabio Dal Zotto, Mauro Numa, Andrea Borella, Andrea Cipressa, Francesca Bortolozzi e Matteo Zennaro.

 A bordo di Nave "San Giusto" all'ormeggio di Isola Saloni

Evento aperto al pubblico

 

Ore 18:00 Conferenza: La vela, mezzo di scoperta e motore commerciale

Tre relatori d'eccezione ripercorrono attraverso le relazioni politiche, commerciali, tecniche e le rappresentazioni artistiche l'importanza fondamentale della vela, cui Ottobre Blu 2010 è dedicato. Con: Arduino Paniccia, Guido Ercole e Allan O'Mill

A bordo di Nave San Giusto all'ormeggio di Isola Saloni

Evento aperto al pubblico 

 

OTTOBRE blu 2010

 

© Lux Photo / A.S.Po. 2010

 

15/10/2010

NAVE SAN GIUSTO IN PORTO A CHIOGGIA. ORARI VISITE A BORDO

 

Da giovedì 14 a domenica 17 ottobre è possibile visitare Nave "San Giusto", ogni pomeriggio dalle ore 15 alle 18. Per ovvi motivi i visitatori verranno divisi in piccoli gruppi. Il personale di bordo illustrerà le principali caratteristiche tecniche dell'Unità, la vita di bordo, e le funzioni tattiche e le principali missioni cui il "San Giusto" ha partecipato negli ultimi anni.

 

Si raccomanda di indossare scarpe comode. Per i signori si consiglia di evitare suole scivolose. Per le signore, di evitare i tacchi. Ci si muoverà in spazi stretti e pensati per la vita militare. È utile sapere che si camminerà spesso su superfici metalliche o potenzialmente scivolose, le scale che collegano i ponti della Nave sono ripidi. 

 

OTTOBRE blu 2010

 

© Davide Galli

 

14/10/2010

 

 

OTTOBRE blu 2010 ENTRA NEL VIVO, TUTTI GLI EVENTI DI OGGI


 

 

ore 10:00

Esercitazione di salvataggio in mare

A cura della Capitaneria di Porto di Chioggia

Porto Isola Saloni

Imbarcazioni SAR (Search and Rescue), assieme a un elicottero della Guardia Costiera e al personale della Protezione civile e della

Croce Rossa Italiana, simulano un intervento di salvataggio in mare. La spettacolare esercitazione sarà visibile al pubblico dalle

banchine di Isola Saloni.

 

Ore 11:00

Tavola rotonda sulle relazioni commerciali tra Lussino e Chioggia

 “Città, navi, porti, marinai. Un unico mare”

Partecipano

Giuseppe Fedalto (Presidente dell'A.S.Po.), Romano Tiozzo (Sindaco di Chioggia), Andrea Conte (Comandante della Capitaneria di

Porto di Chioggia), Gari Cappelli (Sindaco di Lussino), Ana Maria Saganic (Presidente della Comunità Italiana di Lussino), Fulvio

Rustico (Console italiano a Zagabria). All'incontro parteciperà anche Luigi Tomaz, già sindaco della città di Chioggia, originario di

Cherso.

Municipio di Chioggia, Sala del Consiglio

 

Ore 16:00

Inaugurazione di Ottobre blu 2010

Madrina sarà N.D. Noretta Cosulich

Anche quest'anno in Campo padre Raimondo Calcagno (Campo Duomo) viene allestita la Cittadella del Mare, dove si raccolgono

molte delle iniziative promozionali legate a “Ottobre blu”. Sono nove gli stand: dalla Città di Lussino alla Lega Navale Italiana; dal

Consorzio Chioggia Nuova per le opere marittime alla libreria veneziana Mare di Carta; dai tessuti ispirati nei colori e temi al mare di

Elva Tessuti alla Damaport, una delle aziende di servizi portuali di Chioggia. E poi la Fratellanza della Costa, la mostra fotografica

“Maurizio Varagnolo. Ricordi di un marinaio” che raccoglie le foto scattate dal marinaio chioggiotto durante la crociera del Vespucci

comandato da Agostino Straulino.

Seguiranno l'inaugurazione dello spazio museale nella Chiesa della SS. Trinità dove vengono esposti gli oggetti provenienti dal

Museo Marittimo di Barcellona: la Mappa di Juan de la Cosa, i portolani del 1500, il diario del figlio di Cristoforo Colombo. E infine

dello stand del Porto di Chioggia, allestito dall'Associazione Minerva con scenografie luminose ispirate a giochi d'acqua e tele di

artisti locali.

Campo Duomo

 

 

Ore 18:00

Concerto della Banda della Marina

La Banda Centrale della Marina torna a Chioggia con un repertorio vastissimo: dalla musica sinfonica classica, alle colonne sonore

dei film, al jazz al pop, e, naturalmente, all'Inno di Mameli. Coreografia in movimento, per 40 elementi che percorreranno il Corso

del Popolo da Campo Duomo verso il Municipio. Qui, in una sorta di “carosello”, si riuniranno agli altri 40 elementi che avranno

salutato l'apertura dello spazio museale nella Chiesa della SS. Trinità. Concerto finale in Piazzetta Granaio.

 

Ore 21:00

Chioggia Incontra” 2010, serata conclusiva

Libertà va cercando ch'è sì cara”

Dopo la caduta del muro di Berlino, l'Europa si è davvero avviata a un comune destino di libertà individuali? E libertà non si declina

anche come ricerca della dimensione spirituale dell'individuo? La storia contemporanea, nell'analisi di Arrigo Petacco (saggista e

giornalista, autore televisivo), Jas Gawronski (già inviato della Rai a New York, Mosca, Parigi, Varsavia), Sergei Startsev (già

corrispondente dell'agenzia russa Itar-Tass), Valentina Alazraky (vaticanista messicana, giornalista del gruppo Televisia).

A bordo di Nave “San Giusto”

Porto di Isola Saloni

Serata a ingresso libero fino a esaurimento posti

 

 

 

OTTOBRE blu 2010

 

© Lux Photo / A.S.Po. 2010

 

13/10/2010

NAVE SAN GIUSTO IN PORTO A CHIOGGIA. ORARI VISITE A BORDO

 

Da giovedì 14 a domenica 17 ottobre è possibile visitare Nave "San Giusto", ogni pomeriggio dalle ore 15 alle 18. Per ovvi motivi i visitatori verranno divisi in piccoli gruppi. Il personale di bordo illustrerà le principali caratteritiche tecniche dell'Unità, la vita di bordo, e le funzioni tattiche e le principali missioni cui il "San Giusto" ha partecipato negli ultimi anni.

 

Si raccomanda di indossare scarpe comode. Per i signori si consiglia di evitare suole scivolose. Per le signore, di evitare i tacchi. Ci si muoverà in spazi stretti e pensati per la vita militare. È utile sapere che si camminerà spesso su superfici metalliche o potenzialmente scivolose, le scale che collegano i ponti della Nave sono ripidi. 

 

Linea merci

17/09/2010

USTICA LINES, OPERATIVA LA LINEA CHIOGGIA-AUGUSTA-MALTA

Operativa dal 17 settembre la nuova linea di navigazione settimanale Chioggia – Augusta – Malta della Ustica Lines. Per Giuseppe Fedalto, presidente della Camera di Commercio di Venezia e dell'Azienda Speciale Porto di Chioggia si tratta del primo passo per «il rilancio dei traffici nel Porto di Chioggia, ora che è iniziato l'escavo dei canali a 8,5 metri e che verrà realizzato il corridoio luminoso per rendere operative le banchine di Val Da Rio 24 su 24».

Per Giuseppe Manfellotto, amministratore delegato della Italnoli, partner di questa operazione commerciale, Chioggia «offre strutture adeguate molto interessanti per chi voglia trovare nuove rotte al traffico Ro-Ro ed è un porto non sovraccarico». In un momento non favorevole per gli investimenti, Chioggia si inserisce dunque nel sistema delle autostrade del mare con interessanti prospettive di sviluppo. «L'Adriatico – prosegue Manfellotto – ha sempre offerto rotte verso Oriente, ma poco o nulla verso il Sud del Mediterraneo. Dopo una ricerca di mercato, condotta assieme alle agenzie Favret di Venezia e Gosped di Chioggia, abbiamo affinato questo progetto, destinato a raddoppiare le navi e a convogliare carichi verso l'Africa Settentrionale sulle rotte provenienti dal Tirreno in un prossimo futuro». Il traghetto “Marco M” (144 metri fuori tutto, per circa 1.300 metri lineari di carico) parte ogni giovedì da Chioggia alle 15:00, arriva ad Augusta alle 13:00 di della domenica per ripartite lo stesso giorno alle 18:00 e toccare La Valletta (Malta) alle 01:00 di lunedì. Riparte da Malta alle 07:00 di lunedì per arrivare ad Augusta alle 14:00 dello stesso giorno. Partenza da Augusta alle 13:00 di martedì e arrivo a Chioggia alle 11:00 del giovedì.

Info:
Chioggia, Favret-Gosped: +39 041 400822 e +39 329 2125068
Mail: chioggia@favret.it
Ustica Lines, call center: +39 0923 873813
Fax: +39 0923 593200
Mail: callcenter@usticalines.it
Web: www.usticalines.it

Sport

15/05/2010

VELA, ZENNARO DOMINA LA "MARINADA" DI PORTO ROSE

Enrico Zennaro si piazza primo spinto da un eccezionale vento di 35 nodi.

Sabato 15 maggio, al Salone Nautico di Porto Rose, alla tradizionale regata della “Marinada”, sul 10 metri THE ONE disegnato da Andrej Justin, l'equipaggio del Porto di Chioggia guidato dal velista chioggiotto Enrico Zennaro e dal triestino Stefano Spangaro si è piazzato al primo posto sul campo di regata di 10 miglia tra Izola e Porto Rose. Erano circa una ottantina le imbarcazioni, che sono state letteralmente decimate dalle condizioni meteo. Partite con un vento di circa 25 nodi, in condizioni già difficili, le barche si sono trovate ad affrontare raffiche di bora che hanno toccato e superato i 35 nodi. Molte sono state disalberate. «Tutto l'equipaggio ha vissuto emozioni fortissime – racconta Enrico Zennaro -, governare la nostra imbarcazione è stata davvero un'impresa. Non mi era mai capitato di affrontare, nei tanti giorni della mia vita a trascorsi regatare». L'equipaggio del Porto di Chioggia era formato, oltre che da Zennaro al timone e Spangaro (celebre per l'avventura del giro del mondo sul “Brooksfield”) nel ruolo di tattico, da Nicola Zennaro, Alessandro Vianello, Alessandro Siviero, Maurizio Varagnolo e il direttore dell'A.S.Po Oscar Nalesso. «I risultati di Enrico confermano la bontà della sponsorizzazione con cui A.S.Po. ha contribuito a sostenere la sua stagione agonistica», aggiunge il direttore Nalesso. Il giorno seguente, Enrico si è piazzato al secondo posto in un match race più tecnico tra sei imbarcazioni duellando con la gemella del team di Branko Brcin poi piazzatasi prima.

Cultura

31/03/2010

80 ANNI IN BANCHINA

In un libro promosso da A.S.Po., la storia della Compagnia portuale dagli anni '30 all'attuale Impreport

Tre generazioni di lavoratori portuali si sono ritrovate nella sede dell'A.S.Po. per la presentazione del libro fotografico "80 Anni in banchina tra terra e mare" di Francesco Businaro e Andrea Dell'Agnola (Mediager edizioni). Libro che racconta gli 80 anni della Compagnia portuale di Chioggia, oggi Impreport.

«Anziché organizzare la solita cena sociale, abbiamo voluto festeggiare questo importante anniversario con un ricordo fatto di immagini e parole che rimanessero ai posteri. Soprattutto per valorizzare le persone che con le loro lotte, sacrifici e soprattutto col loro lavoro manuale hanno rappresentato, durante questi 80 anni, un elemento di sviluppo per il porto e la città», sintetizza Marco Bullo, presidente della Impreport. «Un porto viene costruito se ci sono le braccia che poi vi lavorano. Il focus di questo volume è non tanto sulle opere o sulle infrastrutture portuali, ma proprio sulla vita in banchina che ha animato in questi anni il Porto di Chioggia, ecco perché A.S.Po. ha deciso di sostenerne la pubblicazione», nelle parole del direttore dell'A.S.Po. Oscar Nalesso.

«Le persone che ho conosciuto per la stesura di questo libro - commenta Francesco Businaro -, hanno riservato delle sorprese straordinarie. La sola storia dell'Impreport, dalla sua nascita come Compagnia portuale, è risultata immediatamente insufficiente. Per questo ho voluto raccogliere, nella seconda parte del libro, l'essenza di questi uomini, attraverso i loro aneddoti per cercare, da vero profano, di catturarne i caratteri, rudi, aspri, ma straordinariamente amichevoli. L'auspicio è che questo libro possa valicare la cerchia dei protagonisti per far conoscere le loro storie anche a chi, ignaro, spesso getta solo uno sguardo distratto alle banchine di un porto».

Salone nautico 2010

19/03/2010

9° SALONE NAUTICO DI VENEZIA

La stagione agonistica 2010 sponsorizzata da A.S.Po., Chioggia Yacht Group e Comune

Chioggia si inserisce nel circuito delle città di mare che sostengono la vela agonistica. E lo fa con un tris di sponsorizzazioni istituzionali presentate in occasione della giornata inaugurale del 9° Salone Nautico di Venezia. Comune di Chioggia, Azienda Speciale per il Porto di Chioggia e Chioggia Yacht Group Marine Associate sostengono la stagione 2010 del velista chioggiotto Enrico Zennaro.

«Enrico Zennaro – ricorda il direttore dell'A.S.Po. Oscar Nalesso - ha già regalato delle soddisfazioni bellissime al Porto di Chioggia, con le due vittorie alla regata dei Porti dell'Alto Adriatico che si è disputata sino allo scorso anno in occasione del Salone Nautico di Venezia. Oggi si aggiunge un ulteriore dettaglio. Nell'Ottocento la sfida nei mari per lo sviluppo del commercio avveniva con i famosi Clipper. Con la competizione velica dell'imbarcazione "Porto di Chioggia" viene ora incentivata la promozione commerciale del nostro scalo».

«Enrico è figura di spicco in questo momento per il settore della nautica di Chioggia – aggiunge Gianni Moretto, presidente di Chioggia Yacht Group - e lo sosteniamo perché siamo certi sarà di traino al sistema delle nostre marine. La nostra associazione si è posta di promuovere un sistema ormai maturo per giocare un ruolo importante nell'economia della nostra città e l'immagine giovane, positiva e vincente di Enrico sarà una leva efficace per raggiungere il nostro scopo».

«Abbiamo sponsorizzato un atleta e non un'associazione sportiva. È una forma anomala di finanziamento per Chioggia, ma Enrico rappresenta per la città una eccellenza. Lo sport per noi è un aspetto sociale importante, che va trascinato dalle eccellenze. In particolare la vela traina gli spetti culturali legati all'idea di Laguna d'Arte. Sostenere Enrico vuol dire anche corroborare il clima olimpico. Per Chioggia la candidatura di Venezia 2020 è l'occasione per dare centralità allo sport, che noi sosteniamo con entusiasmo», ha infine concluso l'assessore allo Sport del Comune di Chioggia Nicola Boscolo Pecchie.

«Farò di tutto per bissare i risultati del 2010, grazie a A.S.Po., Chioggia Yacht Group e Comune, parto con una buona base che mi permetterà di essere competitivo nelle prossime regate internazionali», si augura Enrico Zennaro.

Palmarès
Questi i risultati ottenuti da Enrico Zennaro nel 2009 nella vela d'altura: Campionato Adriatico ORC (Ravenna): 1° classificato su imbarcazione "Man"; Campionato Mediterraneo ORC (Pescara): 1° su imbarcazione "Man"; Campionato Italiano ORC (Gaeta): 1° su imbarcazione "MAN"; Campionato Mondiale ORC (Brindisi): 2° classificato su imbarcazione "Man"; Campionato Italiano Match Race (Scarlino): 1° classificato con il Team "Shosholoza"; Campionato Croato ORC (Vodice): 1° su imbarcazione "Escandalo"; Global Championship GP 42 (Lanzarote): 1° su imbarcazione "Roma"; Med Cup GP 42 2° su imbarcazione "Roma"; Barcolana (Trieste): 1° classificato su imbarcazione "Maxy Jena".

Barbotin d'oro 2009

24/02/2010

A RENATO CHISSO IL “BARBOTIN D'ORO” 2009

La cerimonia si terrà il 6 marzo 2010 all'interno della cinta doganale di Val Da Rio.

Per tutti, oggi, è l'uomo del Passante e delle infrastrutture. Renato Chisso, assessore regionale alle Politiche della Mobilità e alle Infrastrutture, nato a Quarto d'Altino 56 anni fa, è entrato in Consiglio regionale per la prima volta nel 1995. Durante la VI Legislatura ha fatto parte della seconda Commissione (Urbanistica, Lavori pubblici e Viabilità) di cui dal 1998 ha ricoperto l'incarico di presidente. Rieletto nel 2000, ha ricoperto l'incarico di assessore alle Politiche della mobilità, dei trasporti e dell'ambiente. Riconfermato nel 2005, ha guidato la politica regionale delle Infrastrutture che ha avuto il suo culmine nell'inaugurazione, l'otto febbraio del 2009, del Passante di Mestre, realizzato in soli quattro anni. Ma Renato Chisso ha rivolto un'attenzione particolare, e costante in questi quindici anni in Regione, non solo ai trasporti su asset terrestri, ma anche a quelli sulle vie d'acqua. Attraverso il suo assessorato, la Regione Veneto ha assunto un ruolo determinante per il trasferimento del Porto dall'Isola Saloni a Val da Rio. In particolare, Renato Chisso ha creduto nel progetto della stazione passeggeri, nella navigazione fluviale interna, con la ricalibratura delle conche di Brondolo e Cavanella d'Adige, e ha contribuito a sviluppare le scelte strategiche che hanno inserito la città a pieno titolo nel progetto delle autostrade del mare. A lui, perciò, l'A.S.PO. consegna il “Barbotin d'oro” 2009.

Infrastrutture

01/03/2010

INFRASTRUTTURE: NUOVA PALAZZINA PER SERVIZI PORTUALI IN VAL DA RIO

Il direttore Nalesso: «Supporto logistico fondamentale alle autostrade del mare»

Sabato 6 marzo verrà inaugurata la nuova palazzina per i servizi logistici a supporto delle "autostrade del mare". Lo stabile, di forma triangolare, mette a disposizione degli operatori portuali superfici per 1.100 metri quadri per 10.300 metri cubi di edificato con ampi spazi logistici a tutta altezza e uffici operativi. La nuova palazzina si trova all'interno della cinta doganale, in posizione funzionale ai traffici RO/RO in arrivo e partenza dalla scassa nello spigolo Ovest della banchina "E". All'interno della palazzina troveranno posto, oltre agli uffici degli operatori, anche le forze di pubblica sicurezza per il controllo delle merci e degli equipaggi. L'appalto è stato caratterizzato da una rapidità di realizzazione senza precedenti. Dopo la conferma del finanziamento nel marzo 2007, e ottenuti tutti i nulla osta necessari già a luglio dello stesso anno, espletata la gara d’appalto, i lavori sono stati consegnati alla ditta il 19 ottobre del 2007 e conclusi il 15 maggio 2008 per un totale di 210 giorni lavorativi. I lavori sono stati quindi collaudati a tempo di record il 24 luglio 2008. Il costo complessivo dell'opera è stato di 2.158.443,07 di cui 1.872.998,15 per lavori, 285.444,92 per spese tecniche e collaudi, coperti finanziariamente parte con contributo regionale a valere sui fondi DOCUP 2000-2006, parte con fondi regionali a valere sulle somme a carico delle IPA (Intese programmatiche d’area, ex Patti Territoriali). «Si tratta di una struttura moderna - riassume il direttore dell'A.S.Po. Oscar Nalesso - pensata per un porto all'avanguardia e realizzata per venire incontro alle esigenze moderne degli operatori portuali. Con l'inaugurazione di questa palazzina si apre un nuovo filone di opportunità di lavoro e traffico su una funzione importante per il Porto di Chioggia: le "autostrade del mare", che prevedono collegamenti veloci tra porti nazionali ed esteri».

Ottobre Blu

Courtesy of Sestini

17/09/2009

Chioggia sotto i riflettori in occasione della manifestazione all’insegna del mare che si terrà in autunno.

Chioggia, dopo essere riuscita a porsi allo stesso livello di città marinare storicamente più abituate ad eventi di questa portata, nel mese di settembre avrà l'onore di ospitare la Cerimonia di consegna della Bandiera di Combattimento al Sommergibile Salvatore Todaro, un’unità subacquea all’avanguardia mondiale per la tecnologia di cui dispone. L'eccezionalità dell'evento ha richiesto un’adeguata valorizzazione mediante una serie di incontri ed avvenimenti di contorno, che avranno luogo nel corso della manifestazione Ottobre Blu. Le telecamere e i cronisti dei media nazionali e locali saranno presenti per seguire l'evento. Sono attese in città per l’evento personalità politiche e militari di spicco come il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, il Ministro della Difesa Ignazio La Russa ed il Capo di Stato Maggiore della Marina, l’Ammiraglio Paolo La Rosa. Per la Città di Chioggia e tutte le attività presenti nel territorio sarà un’occasione unica e irripetibile per essere al centro dell'attenzione nazionale durante lo svolgimento di Ottobre Blu.

Assegnato il Barbotin d’oro 2008

17/09/2009

E’ stato assegnato a Luciano Boscolo Cucco il “Barbotin d’Oro”, premio annuale creato da Aspo, Comune, Comitato Utenza Portuale, Impreport, spedizionieri e agenti marittimi e destinato a persona, associazione, ente od azienda che con fatti, idee o iniziative contribuisce a promuovere lo scalo clodiense. Imprenditore di terza generazione alla guida di un’azienda di dragaggi, è il fondatore assieme al compianto Paolo Puzzarini e a Giorgio Montanari della manifestazione “La rotta del sale”, giunta alla settima edizione. La sua passione per la cultura e le tradizioni di Chioggia affonda le radici nelle tolde dei burchi sui quali navigava da ragazzo ed il suo entusiasmo nel corso degli anni lo ha portato ad essere definito un vero e proprio mecenate del mare. Lo scorso anno ha fatto sfilare un bragozzo alla parata del Columbus Day a New York, contribuendo a diffondere nel mondo il nome di Chioggia e le sue tradizioni. Instancabile promotore di iniziative culturali, ha inoltre guidato la delegazione che a Saint Tropez ha onorato il gemellaggio tra le due città, facendo partecipare quello stesso bragozzo ed un sandalo con vele al terzo all’ottava edizione di “Voiles Latines” e creando le premesse per portarne una tappa in laguna.

Inaugurate le nuove infrastrutture a Val da Rio

17/09/2009

Grazie ad un investimento complessivo di oltre 14 milioni di euro, sono state realizzate e inaugurate le nuove opere di ingresso al porto, compreso un piazzale di circa 40.000 mq esterno. Risulta quindi completato il nuovo complesso edilizio intorno al varco doganale, dove trovano sede gli uffici amministrativi della Dogana di Chioggia, della Capitaneria di Porto, della Guardia di Finanza, della Corporazione Piloti e di gran parte degli operatori portuali, oltre a servizi quali ristorazione e sportello bancario. L’infrastruttura è composta da due palazzine uffici (per un totale di oltre 2.000 mq), un “gate” di accesso al porto, costituito da un padiglione di 740 mq, e due guardiole, adibite a verifiche doganali. Esternamente al varco, è stato ultimato un piazzale portuale di circa 45.000 mq, che sarà infrastrutturato per completare la nuova viabilità di accesso all’area di Val da Rio Nord, con ampie zone di sosta e incanalamento dei mezzi in entrata, nonché servizi quali distributore carburanti e stazione per autolavaggio. D’intesa con l’Amministrazione Comunale, verrà infine realizzato un parcheggio scambiatore anche a servizio della città di Chioggia.

© Aspo Chioggia 2008-2018, P.Iva: 02081110278 | Home | Porto | Collegamenti | Istituzioni | Notizie | Servizi | Operatori | Contatti | Note legali | Site map | Log In | by TEAMprogetti
Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x